EURO 2016, il riscatto azzurro e il punto sul resto delle nazionali

EURO 2016, il riscatto azzurro e il punto sul resto delle nazionali

Nazionali / L’Italia è già agli ottavi. Romania, Portogallo, Irlanda del Nord possono sperare di superare il girone come migliori terze

ITALIA

AFP_C07G8-krIG--896x504@Gazzetta-Web

 

Un’Italia che con questo trofeo non ha mai avuto un grande feeling: una vittoria su un totale di 14 edizioni con 13 partecipazioni, di cui 8 alla fase finale. Il popolo italiano ha di certo preferito le quattro stelle sulla maglia, ma un Europeo fa sempre gola e quest’anno potrebbe essere l’anno giusto. Correva il 10 giugno 1968 quando Giacinto Facchetti sollevò il primo e l’ultimo trofeo continentale della storia della penisola, quindi Antonio Conte ha una missione ancora più speciale: riportare gli azzurri sul tetto d’Europa.

Dopo tante critiche e tante delusioni, l’Italia ha finalmente preso il volo, da un aeroporto a dir poco inaspettato: quello della formazione del CT Wilmots. Un sofferente 2-0 da cardiopalma che ha tenuto in tensione un intero popolo per ben 90′. Del resto il calcio è anche questo, ma occorreva tenere i piedi per terra per non ripetere la disfatta del mondiale in Brasile, dove ci furono i black out di Recife e Natal contro Costarica e Uruguay. Questo compito difficilissimo spetta ad Antonio Conte, grande motivatore e attento studioso di tattica. Contro la Svezia sono arrivati altri tre punti sofferti, ma del resto tutto ciò è nel nostro DNA, poiché quando partiamo sfavoriti, spesso, sorprendiamo tutti. Adesso testa all’Irlanda, magari con un po’ di turnover, poiché il primo obiettivo è stato già centrato: siamo agli ottavi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy