Europa League: l’Italia s’aggrappa a Giuseppe Rossi

Europa League: l’Italia s’aggrappa a Giuseppe Rossi

di Stefano Rosso

 

Il movimento calcistico italiano continua a perdere i pezzi in Europa League: dopo le compagini nostrane – ultimo eliminato, ai sedicisimi, il Napoli – salutano la competizione anche Luciano Spalletti e Roberto Mancini, consegnando di fatto, nel giorno del 150° anniversario dell’unità d’Italia, ai piedi di Giuseppe Rossi ed al suo Villareal tutto il ‘peso’ della rappresentanza…

di Stefano Rosso

 

Il movimento calcistico italiano continua a perdere i pezzi in Europa League: dopo le compagini nostrane – ultimo eliminato, ai sedicisimi, il Napoli – salutano la competizione anche Luciano Spalletti e Roberto Mancini, consegnando di fatto, nel giorno del 150° anniversario dell’unità d’Italia, ai piedi di Giuseppe Rossi ed al suo Villareal tutto il ‘peso’ della rappresentanza tricolore.

Tutto facile per il Sottomarino Giallo che s’impone sul Bayer Leverkusen del redivivo Ballack passando in vantaggio già nella prima frazione di gioco con Santi Cazorla e raddoppiando, in apertura di ripresa, proprio col ‘nostro’ Rossi; ad una manciata di minuti dalla fine è poi un autorete di Gonzalo a riaprire la partita per i tedeschi, ma il loro forcing finale non riscuote il successo sperato.

Allo Zenit che ha dovuto rinunciare al portiere Malafeev a causa del lutto familiare che l’ha colpito – la moglie, la scorsa notte, è morta in un incidente stradale –  la rimonta sugli olandesi del Twente è riuscita solo fino al 2-0: fatali, quindi le tre reti incassate nella gara di andata. Non è andata meglio, invece, al City che ha dovuto rinunciare dopo poco più di mezz’ora di gioco a Mario Balotelli, autore di un brutto quanto inutile fallo – calcio al petto di Popov dopo che questi aveva già allontanato il pallone – che gli è costato il cartellino rosso diretto e non è andato oltre l’1-0 contro la Dinamo Kiev di Shevchenko. Nonostante l’inferiorità numerica i Citizens non si sono persi comunque d’animo e, andati a segno con un mancino di Kolarov (e la complicità del portiere ucraino Shovkovskiy), hanno continuato ad attaccare fino all’ultimo secondo, sfiorando nel 5′ di recupero la rete con un colpo di tacco di Tevez sugli sviluppi di una punizione calciata da Yaya Tourè.

Sugli altri campi il PSV passa di misura sui Rangers, Spartak Mosca in scioltezza 3-0 sull’Ajax, mentre spicca l’exploit del calcio portoghese che porta nei quarti ben tre compagini: Benfica, Porto e Sporting Braga. Se la squadra di Lisbona ha gioco facile nel gestire il vantaggio maturato all’andata contro il PSG e la formazione della capitale regola senza troppe difficoltà il CSKA Mosca – passando in vantaggio con Hulk già dopo 1′ di gioco – è incredibile l’eliminazione del Liverpool per mano dell’ex squadra dell’ex terzino granata Filipe Oliveira: dopo aver vinto in Portogallo la gara di andata, la terza squadra portoghese è riuscita ad impattare 0-0 all’Anfield Road guadagnandosi lo storico accesso tra le otto finaliste dell’Europa League.

Domani a Nyon i sorteggi.

 

LIVERPOOL-SPORTING BRAGA 0-0 (totale 0-1)
Arbitro: Rocchi (Ita)

NOTE – Ammoniti: Skrtel, Meireles, Carroll (L), Paulao, Vandinho (S).

MANCHESTER CITY-DINAMO KIEV 1-0 (totale 1-2)
Arbitro: Çakir (Tur)
RETE: pt 39′ Kolarov
NOTE – Ammoniti: Kompany, De Jong, Silva, Y. Tourè, Tevez (M), Almeida, Ayila, Ninkovic (D). Espulso pt 36′ Balotelli (M).

PSG-BENFICA 1-1 (totale 2-3)
Arbitro: Collum (Sco)
RETI: pt 27′ Gaitàn (B), 35′ Bodmer (P).
NOTE – Ammoniti: Armand, Chatome (P), Pereira e Aimar (B).

PORTO-CSKA MOSCA 2-1 (totale 3-1)
Arbitro: Blom (Ola)
RETI: pt 1′ Hulk, 24′ Guarin (P), 29′ Tosic (C).
NOTE – Ammoniti: Fucile (P), Ignashevitch, Tosic, Honda, Aldonin, Vagner Love (C).

RANGERS-PSV 0-1 (totale 0-1)
Arbitro: Schörgenhofer (Aut)
RETE: pt 13′ Lens.
NOTE – Ammoniti: Bougherra (R), Engelaar (P).

SPARTAK MOSCA-AJAX 3-0 (totale 4-0)
Arbitro: Atkinson (Eng)
RETI: pt 21′ D. Kombarov, 30′ Wellinton, st 9′ Alex.
NOTE – Ammoniti: Rojo (S), Enoh (A).

VILLAREAL-BAYER LEVERKUSEN 2-1 (totale 5-3)
Arbitro: Kuipers (Ola)
RETI: pt 33′ Cazorla, st 16′ Rossi (V), 37′ aut. Gonzalo (B).
NOTE – Ammoniti: Gonzalo (V), Reinartz, Kadlec, Bender, Schwaab (B).

ZENIT-TWENTE 2-0 (totale 2-3)
Arbitro: Eriksson (Sve)
RETI: pt 16′ Shirokov, 37′ Kerzhakov.
NOTE – Ammoniti: Anyukov, Bruno Alves, Danny (Z).

 

Tutti i risultati:

 

– ottavi di finale

   and.          rit.      
   0-1         0-3         Ajax-Spartak Mosca   
   2-3         1-2         Bayer Leverkusen-Villareal   
   2-1         1-1          Benfica-Psg   
   0-1         1-2         Cska Mosca-Porto   
   2-0         0-1          Dynamo Kiev-Manchester City   
   0-1         0-0         Liverpool-Sporting Braga   
   0-0         1-0          Psv-Glasgow Rangers   
   3-0         0-2         Twente-Zenit Sanpietroburgo

 

– sedicesimi di finale

   and.          rit.      
   0-0          0-3       Aris Salonicco – Mancester City  
   0-3          0-2       Anderlecht – Ajax
   2-3          1-1       Basilea – Spartak Mosca    
   2-2          0-0       Bate Borisov – Psg   
   2-1          2-0       Benfica – Stoccarda
   1-4          0-4       Besiktas – Dynamo Kiev  
   1-1          2-2       Glasgow Rangers – Sporting Lisbona    
   1-0          0-2       Lech Poznan – Sporting Braga    
   2-2          1-3       Lilla – Psv
   0-4          0-2       Metalist Kharkiv – Bayer Leverkusen   
   0-0          1-2       Napoli – Villareal  
   0-1          1-1       Paok Salonicco – Cska Mosca    
   0-2          2-2       Rubin Kazan – Twente    
   1-2          1-0       Siviglia – Porto   
   0-0          0-1       Sparta Praga – Liverpool    
   2-1          1-3       Young Boys – Zenit Sanpietroburgo


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy