Filadelfia, il mito rivive in vista del 4 maggio

Filadelfia, il mito rivive in vista del 4 maggio

di Franco Lioi

 

Non solo cori. Non solo bandiere e sciarpe.
I gruppi della Maratona e tifosi in genere, in vista della manifestazione del 4 maggio, stanno tirando a lucido il Filadelfia. Da soli. Con allegria e voglia di fare, arrangiandosi con i pochi mezzi a disposizione. Persone che lavorano durante la settimana e che vengono al "Fila" anche con…

di Franco Lioi

 

Non solo cori. Non solo bandiere e sciarpe.
I gruppi della Maratona e tifosi in genere, in vista della manifestazione del 4 maggio, stanno tirando a lucido il Filadelfia. Da soli. Con allegria e voglia di fare, arrangiandosi con i pochi mezzi a disposizione. Persone che lavorano durante la settimana e che vengono al "Fila" anche con famiglia a seguito, per dare un contributo e allo stesso tempo passare in allegria un fine settimana diverso dal solito.

Mentre i bambini giocano sul campo dove Capitan Mazzola guidava l’armata granata, alcuni preparano il pranzo e altri tolgono le erbacce attorno ai muri di ciò che resta del Tempio, icona del culto granata.
Volevano coprirlo durante le Olimpiadi, il Filadelfia. Volevano coprirlo perché antiestetico, essendo a poche centinaia di metri dal Villaggio Olimpico. L’avrebbero coperto e riempito con lo slogan del momento: "Passion lives here". Poi anche loro hanno capito. Non abbiamo bisogno di scritte colorate che ci ricordino cose che sappiamo: la Passione vive qui!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy