Giappone: la nazionale non si ferma

Giappone: la nazionale non si ferma

Il Giappone, nonostante la tragedia di questi giorni, non si ferma. Come ripetuto più volte dai notiziari di tutte le televisioni, il popolo del sol levante ha dato subito segnali forti, cercando di ritornare alla vita di tutti i giorni e di lasciarsi alle spalle questo terribile disastro. Ed in Giappone, anche il mondo del calcio ha deciso di fare la sua parte. Se, da un lato, i campionati sono stati momentaneamente sospesi,dall’altro è probabile…

Il Giappone, nonostante la tragedia di questi giorni, non si ferma. Come ripetuto più volte dai notiziari di tutte le televisioni, il popolo del sol levante ha dato subito segnali forti, cercando di ritornare alla vita di tutti i giorni e di lasciarsi alle spalle questo terribile disastro. Ed in Giappone, anche il mondo del calcio ha deciso di fare la sua parte. Se, da un lato, i campionati sono stati momentaneamente sospesi,dall’altro è probabile che le due partite amichevoli della nazionale verranno regolarmente disputate.

Il segretario della federcalcio giapponese Kozo Tashima, ha annunciato che giocare quelle due partite, in programma il 25 ed il 29 marzo contro Montenegreo e Nuova Zelanda, sarebbe come lanciare un forte segnale al resto del mondo, sportivo e non. :”Mancano ancora due settimane e abbiamo bisogno di mandare un messaggio a tutto il resto del mondo. Il mondo del calcio deve aiutare il Paese a rimettersi in piedi: ma non solo il pallone, penso che tutto lo sport deve spingere il Giappone a risollevarsi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy