Italia, Cerci in panchina

Italia, Cerci in panchina

Non vuole sentir parlare di Italia sperimentale ma poco ci manca. Cesare Prandelli getta acqua sul fuoco delle tante polemiche e tutti i suoi sforzi sono indirizzati a tenere alta la concentrazione per la sfida di stasera alla Danimarca.

 

Commenta per primo!

Non vuole sentir parlare di Italia sperimentale ma poco ci manca. Cesare Prandelli getta acqua sul fuoco delle tante polemiche e tutti i suoi sforzi sono indirizzati a tenere alta la concentrazione per la sfida di stasera alla Danimarca.

 

TESTE DI SERIE – Non gli basta avere il biglietto per il Brasile già in tasca. Prandelli questa sera vuole vincere e rimanere così in alto nel ranking FIFA, utile per il sorteggio dei gironi del mondiale e che vorrebbe dire un gruppo eliminatorio alla portata degli azzurri. Vincere in Danimarca significa arrivare in Brasile come teste di serie. Tuttavia è questa una nazionale senza pace: con il campionato fermo l’attenzione, spesso macabra, dei giornalisti si concentra infatti sulle polemiche in merito ai problemi a sfondo razzista del calcio italiano, alla pressione dei club per la tutela dei propri calciatori e alla condizione di Balotelli, questa sera tenuto precauzionalmente in tribuna.

 

ASSENTI E RIENTRI – Barzagli, De Rossi, Pirlo e Abate partiranno quasi certamente dalla panchina. Sarà l’occasione giusta per rivedere Ranocchia e Osvaldo con i ritorni di Balzaretti e Giuseppe Rossi. Sarà proprio Osvaldo a portarsi sulle spalle l’attacco azzurro, con Giaccherini da una parte e uno tra Diamanti e Candreva dall’altra. E Cerci?

ALESSIO CERCI – Curioso a dir poco il fatto che i due cannonieri del campionato italiano siederanno in panchina. Alessio Cerci (sei reti) e Giuseppe Rossi (cinque) si faranno una ragione del modulo prandelliano che prevede una boa centrale in avanti. A entrambi, più seconde che prime punte, tocca sperare in un cambio di modulo nel secondo tempo. Cerci scalpita e non a torto. La punta granata è tra le sorprese più liete di questo campionato, da tempo avaro di fuoriclasse nostrani. Intoccabile in granata, comprimario in azzurro. Ma nelle prossime due gare della nazionale, vista anche la qualificazione ormai in tasca, Cerci avrà le sue chance.

Probabili formazioni: 

DANIMARCA (4-2-3-1): S. Andersen; Jacobsen, Bjelland, Agger, Boilesen; Kvist, Zimling; Braithwaite, Eriksen, Krohn-Dehli; Bendtner. All.: Olsen

ITALIA (4-3-2-1): Buffon; De Silvestri, Ranocchia, Chiellini, Balzaretti; Marchisio, Montolivo, Thiago Motta, Candreva (Diamanti), Giaccherini, Osvaldo. All.: Prandelli

Lorenzo Bodrero 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy