Italia, Darmian: “Vicini alla Francia e ai francesi”

Italia, Darmian: “Vicini alla Francia e ai francesi”

Nazionale / L’ex terzino granata assieme a Pellè: “Che l’Europeo sia una festa di sport e non altro. Puniti dal Belgio su gravi disattenzioni nostre”

Darmian

Avversari in Premier League, compagni di squadra in maglia azzurra. Graziano Pellè e Matteo Darmian commentano in conferenza stampa l’ultima sfida giocata dagli azzurri contro il Belgio e non dimenticano di mostrare la vicinanza di tutto il gruppo azzurro, verso la popolazione francese: “Non ci sono parole per definire quello che è successo – esordisce l’ex terzino granata – in questo momento bisogna stare vicini alla Francia e ai francesi”.

Gli fa eco Pellè: “La preoccupazione c’è – ammette la punta dei Saints – non penso ci sia solo nel calcio, ma in generale. Si cercherà di affrontare questi problemi e pensare poi allo spettacolo degli Europei. Viviamo questo momento un po’ come lo vive la maggior parte del mondo. C’è tanta tristezza e rabbia. Le partite di calcio possono essere cose belle della vita, non disputarle significherebbe evidenziare certi episodi”.

L’attaccante del Southampton quindi ritorna sulla sconfitta contro il Belgio: “Loro sono una grande nazionale, molto competitiva. Ma noi non siamo da meno, non siamo inferiori a nessuno. Siamo una squadra organizzata, che si presenterà all’Europeo pronta e con le sue idee. Siamo sulla buona strada e già da martedì con la Romania dobbiamo dimostrare dei piccoli miglioramenti rispetto alla gara contro il Belgio”.

Chiude il cerchio proprio Darmian: “Questa nuova esperienza a Manchester è iniziata nel migliore dei modi, voglio continuare così. Mettermi in gioco e andare in un altro campionato mi sta aiutando a crescere sia come persona che come giocatore. L’altra sera si è vista una buona Italia per 65 minuti, anche se perdere non fa mai piacere e prendere tre gol ancora meno. Le reti subite contro il Belgio sono state delle disattenzioni nostre e dobbiamo migliorare perché a livello internazionale il minimo errore viene punito”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy