Italia, la legge di Ventura: Pellè escluso per la partita con la Macedonia

Italia, la legge di Ventura: Pellè escluso per la partita con la Macedonia

Nazionali / Dopo l’episodio di ieri sera, arriva la reazione ‘punitiva’ del CT: la punta sarà out per la sfida di domenica. Segnale importante: il gruppo prima dei singoli

5 commenti
Ventura, le pagelle di Torino-Juventus, Le pagelle di Torino-Atalanta

Arriva un segnale forte da parte di Giampiero Ventura, dopo l’episodio verificatosi ieri sera nel corso di Italia-Spagna: al minuto 60′ il CT decide infatti di affidarsi a forze fresche in attacco, ed inserire così Ciro Immobile sostituendo Graziano Pellè. Non positiva la reazione del centravanti che, palesemente stizzito, non ricambia il saluto del tecnico ligure per andare direttamente ad accomodarsi in panchina. Un comportamento che ha fatto nuovamente discutere e sul quale l’attaccante è tornato questa mattina, scusandosi pubblicamente via social.

Scuse che non sembrano tuttavia essere bastate, poichè arriva una sonora punizione ai danni del numero nove: Pellè è stato infatti escluso da Ventura in vista dell’incontro con la Macedonia, in programma domenica sera e valido ancora per le qualificazione al Mondiale 2018. Un segnale forte quello arrivato dal CT azzurro, che lancia un chiaro messaggio non soltanto al bomber ma a tutti i componenti – ed i convocabili – del gruppo Italia: il collettivo è più importante del singolo giocatore, per ottenere risultati importanti è fondamentale essere uniti. Una presa di posizione notevole e, a rigor di logica, condivisibile quella del Commissario Tecnico azzurro

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 2 mesi fa

    Bravo Mister, rimandalo in Cina e lascialo la.
    Fino a fine carriera ( la sua).
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. magnetic00 - 2 mesi fa

    non andava convocato più dall’europeo, fa parte del gruppo inutile capeggiato da marietto il bullo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alextattoli@libero.it - 2 mesi fa

    Pellé dovrebbe ringraziare tutti gli dei dell’Olimpo di giocare a quei livelli in un periodo storico di penuria tragica di giocatori veri.
    Nel periodo di Vieri, Inzaghi, Totti, Del Piero, Montella, uno così avrebbe fatto il magazziniere dello staff alla meglio.
    L’italia non ha mai avuto in tutta la sua storia un attacco così scadente, e lui si permette pure di fare lo stizzito. Uomo inutile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. luna - 2 mesi fa

    Abbiamo le scatole piene di questi fighetti prime donne, non hanno ancora capito che è un onore indossare la maglia della nazionale, che il successo passa dal lavoro dal sacrificio, abnegazione, sudore, umiltà, rispetto del gruppo, educazione.
    Devono correre di più e apparire meno!
    Grandi Belotti e Immobile orgoglio granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lollo - 2 mesi fa

    Giusto in Cina può giocare quell’idiota.
    Io già non volevo più vedergli la maglia azzurra addosso dopo la scena pietosa prima del rigore con la Germania, figurati dopo ieri sera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy