La Corte d’Appello rinvia a data da destinarsi la decisione sui fatti del derby di Torino

La Corte d’Appello rinvia a data da destinarsi la decisione sui fatti del derby di Torino

Il tribunale sportivo di secondo grado il 26 giugno ha anche rigettato il ricorso di Glik contro una multa subita per aver insultato alcuni spettatori durante Genoa – Torino

 

Nelle ultime decisioni della Corte Sportiva d’Appello Nazionale, rese note lo scorso 26 giugno, si è statuito il rinvio a data da destinarsi la decisione sui ricorsi di Torino e Juventus sui fatti del derby dello scorso 26 aprile. Le società avevano entrambe subito in primo grado un’ammenda di 50mila euro, e la Juventus aveva anche subito la condanna a disputare due partite interne allo “Juventus Stadium” a porte chiuse.

Respinto il ricorso di Kamil Glik che si era opposto alla multa di 3000 Euro per aver insultato alcuni spettatori al termine di Genoa – Torino dello scorso 11 maggio; parzialmente accolto, invece, il ricorso del Torino avverso la multa che gli era stata inflitta sempre per il derby del 26 aprile, per le perdite di tempo dei raccattapalle. L’ammenda, dai 10mila Euro di partenza, è stata dimezzata a 5mila euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy