Mondonico: “Ventura in Nazionale? L’esperienza è la qualità migliore in questi casi”

Mondonico: “Ventura in Nazionale? L’esperienza è la qualità migliore in questi casi”

Il tecnico mai dimenticato dai tifosi del Torino: “Tavecchio sa quanto contino certi aspetti. Finale di Champions? Ho visto poca qualità in campo. Europei? Avanti con contropiede e catenaccio”

Emiliano Mondonico sa il fatto suo e dice tutto quello che pensa. A partire dalla possibilità di vedere Ventura in Nazionale: “Tavecchio sa quanto conti l’esperienza acquisita in carriera in tal senso. E Ventura ne ha da vendere. Il presidente della Figc guarda molto all’anzianità. L’esperienza è la dote migliore di una persona in qualsiasi lavoro”.

Quindi il discorso si sposta sulla Nazionale che presto inizierà il proprio cammino all’Europeo: “Conte ha fatto le scelte giuste, oggi nel calcio conta più la quantità che la qualità. Lo abbiamo visto anche nella finale di Champions, sicuramente non c’era tanta qualità, ma tanta quantità. Io non ho visto il famigerato Tiki Taka. Per quanto riguarda il modulo dell’Italia, io giocherei con i tre davanti. Insigne non può fare la seconda punta. Farei un tridente con lui Candreva e Pellè”.

Sulle esclusioni illustri: “Jorginho aveva bisogno accanto uno come Bonaventura, pero’ andavamo sul tacco e punta invece che andare in battaglia. Oggi la Nazionale deve continuare a giocare con lo schema contropiede-catenaccio. Il marcatore deve mettersi fuori dalla porta dello spogliatoio dell’avversario. Questa è la marcatura a uomo e sono contento che sia tornata di moda”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy