Pianelli, presidente del Toro Campione

Pianelli, presidente del Toro Campione

Caro Orfeo ti scrivo,

una lettera, anzi no meglio un libro.

“Orfeo Pianelli, il Presidente del Toro Campione” (Ed. Anordest), il libro è scritto sa Sabrina Gonzatto e la prefazione è di Paolino Pulici.
Ma facciamo un passo indietro, sabato 7 maggio Torino era praticamente il centro del sano caos, della festa e della gioia, tripudio di tricolori e di cori, giovani, anziani e neonati, tutti felici…

Caro Orfeo ti scrivo,

una lettera, anzi no meglio un libro.

“Orfeo Pianelli, il Presidente del Toro Campione” (Ed. Anordest), il libro è scritto sa Sabrina Gonzatto e la prefazione è di Paolino Pulici.
Ma facciamo un passo indietro, sabato 7 maggio Torino era praticamente il centro del sano caos, della festa e della gioia, tripudio di tricolori e di cori, giovani, anziani e neonati, tutti felici e tutti allegri.
Sembrava il 1976, Torino campione d’Italia, si lo voglio, scrivere io avevo 3 anni…ma li sentivo…sentivo che sarei stata del Toro.

Al Circolo dei Lettori di Torino, (molto emozionati) con Guido Barosio, Paolo Pulici, Barbara Ronchi della Rocca, Mario Baudino e Mario Tricarico hanno presentato, ma sarebbe meglio dire ci hanno accompagnato ed aperto le porte di casa Pianelli.
Il libro è un libro di famiglia, ricco di anedotti simpatici, ma anche di momenti estremamente difficili. Non posso dire che Mariacristina fosse in quella stanza, ma non posso neanche dire il contrario. I nipotini di Orfeo, il figlio Giorgio, gli amici, i tifosi, i curiosi, gli appassionati, si sono incontrati e hanno ricordato, in fondo è stato da poco il 4 maggio, e come uno striscione degli alpini scriveva ieri “Non siamo qui per chiedere, siamo qui per ricordare”, noi tifosi del Toro ricordiamo le gioie passate, noi ci emozioniamo sempre.

Sabrina Gonzatto ha un sorriso rassicurante, dolce e sincero, ha ascoltato affascinata le storie di questa famiglia, la nostra famiglia del 1976, e ha voluto che noi tutti ne sapessimo un po’ di più, il giusto, con discrezione e delicatezza. Sprofondate allora nella vostra poltrona preferita e immaginate la voce di Paolino Pulici che vi legge la sua prefazione. Iniziate a leggere il libro…ecco vi siete ormai persi in questo mondo crepuscolare, in questo mondo fatto di piccole cose importanti che hanno un valore: l’amicizia, la famiglia e la correttezza.

Fatevi venire i brividi, fate scendere le vostre lacrime, chi ve lo può impedire, nessuno.

Mariacristina Frigero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy