Serie A, settima giornata scoppiettante

Serie A, settima giornata scoppiettante

La settima giornata rappresenta già un piccolo spartiacque. Per l’ottava bisognerà aspettare due settimane, il tempo per la Nazionale di chiudere il girone di qualificazione mondiale. Tempo per i club invece di tirare…
 
Commenta per primo!
La settima giornata rappresenta già un piccolo spartiacque. Per l’ottava bisognerà aspettare due settimane, il tempo per la Nazionale di chiudere il girone di qualificazione mondiale. Tempo per i club invece di tirare le prime somme, fare i primi bilanci, seppur parziali. Il Toro gioca alle 15 al ‘Ferraris’ contro la Sampdoria, ma il programma si apre, come di consueto, il sabato.
 
ANTICIPI AD ALTA TENSIONE – Ad alzare il sipario sulla giornata di campionato ci pensano Chievo e Atalanta, che si sfidano al ‘Bentegodi’ alla caccia di tre punti salvezza, importantissimi perché in uno scontro diretto. La tensione sale in serata, quando a San Siro l’Inter ospiterà la Roma capolista. I giallorossi guardano tutti dall’alto con sei vittorie su sei, vanno a caccia di conferme importanti contro i nerazzurri che inseguono a quattro lunghezze. Ma per Totti e compagni c’è anche la sfida per battere un reciord storico: le nove vittorie consecutive della Roma capelliana.
 
DOMENICA DA LEONI – Niente posticipo del lunedì, giorno in cui i giocatori convocati risponderanno alle chiamate delle proprie Nazionali. Domenica quindi ricchissima, che si apre con il derby emiliano tra Parma e Sassuolo all’ora di pranzo. Nel pomeriggio, insieme al Toro, si giocano Udinese-Cagliari, Catania-Genoa, Napoli-Livorno e Bologna-Verona. Tolto il Napoli di Benitez, tutte squadre agguerrite nella corsa per rimanere in Serie A.
 
SERATA DA CAMPIONI – Doppio posticipo serale a chiudere la domenica della settima giornata del massimo campionato. Due sfide in contemporanea (calcio d’inizio alle 20.45) che vedono sfidarsi quattro delle squadre più quotate del nostro torneo. La Fiorentina andrà a far visita alla Lazio, mentre a Torino il Milan prova a fare lo sgambetto alla Juve. Gare importanti e già forse decisive nella corsa ai piani alti della classifica. Poi due settimane di riflessione per tutti.
 
Emanuele Olivetti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy