Un 4 maggio di ricordo e festa

Un 4 maggio di ricordo e festa

di Franco Lioi

 

Il 4 maggio per il popolo granata non sarà soltanto un giorno di ricordo, ma anche di festa, che andrà avanti al Filadelfia fino a sera. Le porte del tempio si apriranno al mattino, con i gruppi organizzati della curva Maratona che venderanno i loro gadget; poi grigliata a pranzo per tutti e nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, partirà un torneo di calcetto dedicato ai bambini…

di Franco Lioi

 

Il 4 maggio per il popolo granata non sarà soltanto un giorno di ricordo, ma anche di festa, che andrà avanti al Filadelfia fino a sera. Le porte del tempio si apriranno al mattino, con i gruppi organizzati della curva Maratona che venderanno i loro gadget; poi grigliata a pranzo per tutti e nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, partirà un torneo di calcetto dedicato ai bambini dai 4 ai 10 anni, nella speranza che nasca qualche nuova stella del calcio targato Toro. Arbitri di eccezione per le sfide delle giovani speranze, nomi che hanno fatto la storia granata: su tutti Pulici, poi Asta, Fuser e tanti altri. Dopo la commemorazione a Superga, la visita del presidente Cairo con la squadra al completo: fatto che non deve passare inosservato, visto che è da anni che un presidente del Torino non varca le porte del Fila. La serata continuerà con uno spettacolo di cabaret ed un concerto granata. Si esibirà il duo comico Simone Bonacci-Gianluca Vitale, di provata fede granata così come i gruppi che suoneranno sul palco: Lou Dalfin, Yo Yo Mundi e Medusa.

Il 4 maggio non compare sui calendari come festa, ma per il popolo del Toro rappresenta il ricordo, l’orgoglio e il monito a chi, della nostra storia, vorrebbe appropriarsi e a volte, purtroppo, ci è in parte riuscito (vedi i cimeli e le devastazioni al campo del Grande Torino). Entrare al Filadelfia non ti lascia indifferente, varcare la sua porta ti provoca sempre emozioni, che non si possono scrivere: si provano e basta. E che ci auguriamo possano servire – grazie a una partecipazione massiccia alla giornata del 4 maggio – a pungolare chi di dovere per una rapida ricostruzione dello stadio-simbolo dell’identità granata.

Ringraziamenti anticipati vanno, innanzitutto, ai gruppi organizzati della curva Maratona. Sono loro che stanno finendo di pulire e rifinire il tempio. Loro che, come sempre, usano il tempo libero a disposizione per la causa. Grazie anche alle persone che hanno reso possibile l’evento, fornendo i materiali necessari ( palco, luci, etc), così come alla Trattoria Pizzeria “Amore mio”, che per tutta la giornata del 4 maggio si impegnerà a rifocillare i fratelli granata con boccali di birra a soli 2 euro e farinate sempre calde. Un ringraziamento, infine, a chi parteciperà alla festa. Per noi essere granata non è soltanto andare a vedere la partita allo stadio: è uno stile di vita. Perché se sei del Toro, non sei un semplice tifoso. Sei IL tifoso.

FORZA TORO!

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy