‘Non possiamo più sbagliare nulla’

‘Non possiamo più sbagliare nulla’

La truppa è in salute e non ci sono infortunati in vista della partita di domenica. Comincia con queste buone notizie l’attività stampa del Torino. Giustamente teso per la situazione di classifica, il mister Gianni De Biasi risponde pacatamente ma senza rinunciare alla provocazione a tutte le domande. 

SALVEZZA: ‘Pensiamo solo a…

La truppa è in salute e non ci sono infortunati in vista della partita di domenica. Comincia con queste buone notizie l’attività stampa del Torino. Giustamente teso per la situazione di classifica, il mister Gianni De Biasi risponde pacatamente ma senza rinunciare alla provocazione a tutte le domande. 

SALVEZZA: ‘Pensiamo solo a quello che possiamo fare noi, mettendoci cuore, generosità e voglia, non conta quello che fanno gli altri. Concentriamoci sulla prossima partita in casa, cercando di fare una gara a importante e una prestazione maiuscola. Non possiamo sbagliare perché siamo quelli che hanno più da perdere con l’Ascoli. Dobbiamo recuperare dal problema mentale che ci ha fatto mollare la presa rispetto alle prime cinque partite’. 

 

TIFOSI: ‘E’ stato bello vedere e sentire il calore e il sostegno dei tifosi. C’è bisogno di unità di intenti, dobbiamo fare gruppo compatto tutti insieme squadra, società e tifosi’.

MOTIVAZIONE: ‘E’ tutto. La forza interiore è quella che ti permette di andare avanti nella vita. Adesso non c’è più la possibilità di giocare al risparmio. Dobbiamo scendere in campo sapendo che ogni partita non sarà certamente facile. Toro seduto ? Il Milan è stato bravo a far girare la palla, però rendetevi conto che cerco di dire quello che posso dire, che ovviamente non è tutto quello che so. La verità è che non ci sono spiegazioni. I giocatori hanno un’età media di 31 anni, sanno dove sono e in che ambiente vivono, se non basta questo a stimolarli…’.

SORPRESE: ‘C’è poco da essere stupiti. Questo è l’andamento di 34 partite di campionato. Non riesci a capire come è possibile fare 10 punti in 5 partite e poi 1 in 5 con squadre che non sono inferiori alle altre. La serie A è anche questo’.

TATTICA: ‘Il modulo rimane quello’. Ci sono 24 giocatori che stanno cercando di dare il meglio di sé, cerchiamo di stuzzicare e accarezzare quelli che hanno dato meno di quanto potevano dare.

4 FINALI: ‘Al di là delle 4 partite, che saranno quelle che daranno la giusta dimensione del campionato, conta centrare l’obiettivo. Alla fine nel peggiore dei casi potremo dire di aver lasciato il Toro dove meglio merita. In tutte dovremo fare un gol in più degli avversari. Non importa come né quando, bisogna farlo’

TABELLE: ‘Non faccio calcoli, dico solo che domenica dobbiamo fare 3 punti in più. Domenica riceviamo una squadra alla nostra portata, domenica e fra due possiamo completare il discorso con il Livorno, in mezzo ci sono due squadre di categoria superiore con cui dovremo lottare con tutte le nostre forze’.

RITIRO: ‘Decisione mia, per cercare di stare insieme di fare gruppo. A Leinì si sta bene, è comodo per la sede dell’allenamento a Borgaro’.

FORMAZIONE: ‘La farò sulla base di quello che vedrò in settimana e fidandomi della conoscenza dei giocatori e delle sensazioni dell’ultima ora’.

PRECEDENTI: ‘Avevo 9 punti di vantaggio sulla quartultima, a 4 giornate dalla fine. Abbiamo fatto 3 sconfitte di fila, il punto finale lo abbiamo fatto l’ultima giornata’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy