20.a giornata di serie A

20.a giornata di serie A

Nel primo anticipo della ventesima giornata di serie A il Chievo batte la Reggina con un gran gol di Italiano dalla trequarti di campo. Italiano, entrato nell’ultimo quarto di partita, regala il secondo successo consecutivo alla squadra di Di Carlo che, portandosi a 16 punti, riesce così a superare momentaneamente in classifica il Torino, impegnato domani a Lecce in una partita che, visto il risultato di oggi…

Nel primo anticipo della ventesima giornata di serie A il Chievo batte la Reggina con un gran gol di Italiano dalla trequarti di campo. Italiano, entrato nell’ultimo quarto di partita, regala il secondo successo consecutivo alla squadra di Di Carlo che, portandosi a 16 punti, riesce così a superare momentaneamente in classifica il Torino, impegnato domani a Lecce in una partita che, visto il risultato di oggi a Reggio Calabria, assume per i granata ancora più importanza ai fini della classifica. Immeritata la sconfitta della Reggina, fanalino di coda della A fermatasi a 13 punti, costretta a giocare in 10 uomini tutto il secondo tempo a causa di una ingenuità di uno dei suoi uomini migliori fino a quel momento il cilen Cardona che si fa espellere sul finale della prima parte della gara per aver reagito scagliando il pallone contro l’avversario Rigoni. Nonostante l’inferiorità numerica la squadra di Pillon ha gestito bene la partita vedendosi anche negare un rigore che è sembrato netto ai danni di Corradi. La Reggina affronterà nel turno infrasettimanale di mercoledì prossimo il Torino all’Olimpico, mentre il Chievo, galvanizzato da tre risultati utili consecutivi,  incontrerà tra le mura amiche il Lecce. Scontri che sanno tanto di spareggio salvezza per la permanenza in serie A.

 

Nel secondo anticipo della serata al’Olimpico di Torino la Juventus batte la Fiorentina tra le polemiche su clamorosi errori arbitrali a favore dei bianconeri che nel primo tempo passano con un bel gol di Marchisio su assist di Del Piero. Un evidente rigore negato dalla insufficiente terna arbitrale capitanata da Saccani alla Fiorentina per fallo su Jovetic ed un regolare goal annullato a Gilardino fanno chiudere il primo tempo in vantaggio alla Juventus. Ripresa quasi a senso unico con i Viola protesi all’attacco e i bianconeri pericolosi in alcune azioni di contropiede.
Con questo risultato i bianconeri raggiungono la vetta della classifica con 43 punti in attesa dell’incontro che l’Inter dovrà disputare domani a San Siro contro la Sampdoria di Mazzarri priva di Cassano. Per la squadra di Prandelli alla terza sconfitta consecutiva e ferma a 32 punti, la zona Champions sembra allontanarsi.

Subito dopo la fine della partita il presidente della Fiorentina Andrea Della Valle è intervenuto telefonicamente su Sky protestando vibrantemente dichiarando di essere disgustato e di pretendere maggiore rispetto nei confronti della città e della squadra. Pur considerando gli errori commessi stasera e di di recente dagli arbitri ai danni della Fiorentina ha affermato che la continua penalizzazione della sua squadra è una situazione che si protrae stranamente da troppo tempo

 

La domenica presenta un palcoscenico ricco di goal. In evidenza il Milan a Bologna trascinato da Kakà, la disfatta della Lazio all’Olimpico con un Jeda irrefrenabile, un Napoli deludente travolto in casa dalla rediviva Roma e un’importantissima vittoria per la classifica del Siena contro l’Atalanta, ancora in goal Frick. Il rientrante Milito salva un disattento Genoa contro il Catania e al Barbera un’altra fiera del goal e degli errori condanna lUdinese contro un Palermo se non altro agguerrito.

In ultimo una curiosità: Lazio, Bologna e Udinese, perdenti alla fine delle rispettive partite, erano passate in vantaggio all’inizio delle loro gare.

Nel posticipo serale giocato a San Siro l’Inter batte con fatica una coriacea Sampdoria con un goal di Adriano che su cros di Maicon al 47′ sigla il risultato favorevole ai nerazzurri.. Espulso Mourinho per unafrase ironica rivolta all’arbitro Celi. Proteste dei blucerchiati per un intervento di Cordova al limite dell’area su Pazzini al 73′. I nerazzurri con questa vittoria tengono a distanza di tre punti a Juventus, portandosi a quota 46.

Bologna-Milan 1-4
Marcatori: 9´ rig. Di Vaio (Bologna); 13´ Seedorf (Milan); 17´ rig. Kaka` (Milan);  44´ Kaka` (Milan); 60´ Beckham (Millan)

Genoa-Catania 1-1
Marcatori: 67´ Martinez (Catatania); 74´ Milito (Genoa)

Inter-Sampdoria 1-0
Marcatori: 47′ Adrino (Inter)

Juventus-Fiorentina 1-0
Marcatori: 21´ Marchisio (Juventus)

Lazio-Cagliari 1-4
Marcatori: 3´ Rocchi (Lazio); 5´ Jeda (Cagliari); 9´ Jeda (Cagliari);
21´ rig. Acquafresca (Cagliari); 41´ Matri (Cagliari)

Lecce-Torino 3-3
Marcatori: 12´ Munari (Lecce); 45´ Munari (Lecce); 47´ Saumel (Torino);
56´ Dellafiore (Torino); 73´ Castillo (Lecce); 77´ Natali (Torin)

Napoli-Roma 0-3
Marcatori: 18´ Mexes (Roma); 32´ Juan (Roma); 50´ Vucinic (Roma)

Palermo-Udinese 3-2
Marcatori: 2´ Pepe (Udinese); 17´ Simplicio (Palermo); 54´ Simplicio (Palermo);  57´ Cavani (Palermo); 63´ Di Natale (Udinese)

Reggina-Chievo 0-1
Marcatori: 90´ Italiano (Chievo)

Siena-Atalanta 1-0
Marcatori: 44´ Frick (Siena)

Classifica
Inter 46; Juventus 43; Milan 40; Genoa 36; Napoli 33; Roma 33; Fiorentina 32; Palermo 32; Lazio 31; Cagliari 28; Atalanta 27; Catania 26; Siena 25; Udinese 23; Sampdoria 20; Bologna 19; Lecce 18; Torino 16; Chievo 16; Reggina 13

Prossimo turno 28/01/2009
Atalanta-Bologna; Cagliari-Siena; Catania-Inter; Chievo-Lecce; Fiorentina-Napoli; Milan-Genoa; Roma-Palermo; Sampdoria-Lazio; Torino-Reggina; Udinese-Juventus

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy