2017-2018, da chi riparte il Toro: Rossettini, esperienza e guida per i giovani

2017-2018, da chi riparte il Toro: Rossettini, esperienza e guida per i giovani

Punti fermi / La retroguardia granata si affiderà anche il prossimo anno al centrale padovano: qualità, carisma ed esperienza al servizio della squadra

4 commenti

Si sa, il calciomercato può stravolgere gli equilibri e rimettere tutto in discussione. Ma ci sono volti che restano fermi e resistono alle rivoluzioni: per il Torino, uno di questi è sicuramente quello di Luca Rossettini, che si prepara a vivere la sua seconda stagione in granata. Lo scorso anno l’ex Bologna non era certo arrivato sotto la Mole con i gradi del titolare ma, un po’ per necessità e un po’ per meriti tecnici, il giocatore ha scalato le gerarchie di Mihajlovic divenendo elemento fondamentale della retroguardia granata. Il classe 1985  ha guidato con esperienza e impegno una difesa sempre in difficoltà, ma di cui lui ha dimostrato di poter essere una pedina di indubbio affidamento. Lo scorso campionato le difficoltà non sono certo mancate, con il reparto difensivo granata che ha fatto registrare una delle peggiori annate di sempre: 66 gol subiti in 38 partite. Tra tante bocciature però, Luca Rossettini è rimasto un punto fermo e uno dei pochi giocatori affidabili del reparto.

Volgendo lo sguardo al futuro però, si nota come la prossima sarà un’annata particolare che vedrà un netto ringiovanimento in difesa. Con un’età media così bassa, figure come quella di Rossettini e Moretti saranno essenziali, dal punto di vista mentale ancor prima che tecnico, per far crescere al meglio le nuove leve. Giovani come Lyanco e Bonifazi, che potrebbero trovarsi protagonisti nella stagione ventura, potrebbero trarre un gran bene dai consigli e dagli insegnamenti di uno come lui, che nella massima serie italiana ha costruito gran parte della sua carriera. A prescindere dal ruolo che occuperà sul rettangolo verde e nelle gerarchie di Mihajlovic, Luca Rossettini rimarrà una pedina importante della retroguardia granata grazie alla sua indubbia affidabilità e alla sua esperienza. Anche nel 2017-2018, il Toro ripartirà da Rossettini: uomo e professionista sempre a disposizione dei compagni.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Brawler Demon - 6 mesi fa

    …”qualità, carisma ed esperienza al servizio della squadra”… non so se ridere o piangere, a volte mi è sembrato che questo scarpone ci remasse pure contro, mah…
    Speriamo sia riserva della riserva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG-70 - 6 mesi fa

    “Tra tante bocciature però, Luca Rossettini è rimasto un punto fermo e uno dei pochi giocatori affidabili del reparto”… Non condivido.
    Ha fatto quello che i suoi (pochi) mezzi gli permettono ma le sue numerose amnesia ci sono costate parecchi punti.
    Poi, per carità, come uomo e come professionista niente da dire.. però…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 6 mesi fa

      Diciamo che è stato “affidabile” solo per l’impegno messo per i pochi infortuni e per il fatto che era il meno scarso tecnicamente di tutti i centrali,ovviamente a parte Moretti e il sempre infortunato Castan.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stto1962 - 6 mesi fa

    perchè costa poco…………!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy