21 anni per Claudio Morra: dallo Scudetto alla gavetta, sognando il Torino

21 anni per Claudio Morra: dallo Scudetto alla gavetta, sognando il Torino

Figurine / Alla Fidelis Andria un buon inizio, ma ora ci si attende l’esplosione definitiva

Morra andria

Era il 22 gennaio del 1995 quando nacque Claudio Morra: chissà se allora si poteva già immaginare per lui il futuro che lo attendeva. Probabilmente no, perché quel futuro è ancora tutto da scrivere oggi, 21 anni dopo. Già, perché dopo i fasti della scorsa stagione in Primavera (di cui la tripletta in semifinale alla Fiorentina rimane sicuramente il punto più alto) quest’anno l’attaccante di Savigliano sta assaggiando, per la prima volta, i duri prati della Lega Pro, insieme con Fissore, alla Fidelis Andria. L’inizio dell’avventura, con due gol a settembre, prometteva bene, poi l’inizio di una lunga astinenza che deve terminare il prima possibile, perché due panchine in Serie A (contro Milan e Cesena) sono ancora troppo poche; perché i progetti in maglia granata sono ben altri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy