28 marzo 1976, un petardo contro il Giaguaro

28 marzo 1976, un petardo contro il Giaguaro

Era il 28 marzo del 1976 quando allo stadio Comunale si giocava uno dei derby più decisivi nella storia delle stracittadine sotto la Mole. Toro e Juve si giocavano lo scudetto e anche grazie a quella vittoria furono i granata a cucirsi il tricolore sul petto a fine stagione. Vittoria sul campo, ma anche a tavolino,…
Era il 28 marzo del 1976 quando allo stadio Comunale si giocava uno dei derby più decisivi nella storia delle stracittadine sotto la Mole. Toro e Juve si giocavano lo scudetto e anche grazie a quella vittoria furono i granata a cucirsi il tricolore sul petto a fine stagione. Vittoria sul campo, ma anche a tavolino, perché un petardo scoppiò vicino al portiere granata Luciano Castellini. Sono passati esattamente 37 anni, ma quella partita resta indelebile nella memoria degli appassionati di calcio, in particolare per quelli di fede granata.
 
DERBY TRICOLORE – Mancavano sette giornate alla fine di quella esaltante stagione e il Toro era in piena rimonta sui bianconeri. I ragazzi di Radice fino a due giornate prima di quella partita sembravano spacciati, con la squadra di Parola prima in classifica con un vantaggio di 5 lunghezze. Ma la Juve frena, perde tre partite di fila compreso quel derby, mentre i granata infilano un filotto di cinque vittorie consecutive che segnerà il sorpasso decisivo in chiave scudetto.
 
IL PETARDO SUL GIAGUARO – Una partita che purtroppo non rimane nella memoria solo per l’avvincente rivalità di quell’annata calcistica. E neanche per il doppio autogol bianconero, con Cuccureddu e Damiani che infilano due volte Zoff, favorendo la vittoria del Toro per 2-1, con il gol di Bettega ad accorciare le distanze. Il risultato viene infatti cancellato dal giudice sportivo, che dà la vittoria per 2-0 a tavolino in seguito al petardo che, durante il primo tempo, viene scagliato contro il numero uno granata Castellini. Il Giaguaro è costretto a lasciare il campo per Cazzaniga a inizio ripresa e quell’episodio rimarrà tra le pagine più brutte del tifo negli stadi italiani.
 
UN MESE ALLA STRACITTADINA – A un mese esatta dal prossimo derby di campionato, in programma il 28 aprile salvo anticipi o posticipi, il ricordo di quella stracittadina vinta non può che rinfrancare i pensieri del popolo granata in vista dell’attesissima sfida. I granata di Ventura aspettano all’Olimpico i bianconeri e covano la vendetta per la sconfitta dell’andata. Un’occasione, proprio sullo stesso rettangolo verde di allora, per  rivivere emozioni da sogno.
 
Emanuele Olivetti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy