A Siena ci si gioca i playoff

A Siena ci si gioca i playoff

 

È giunto il momento di allontanarsi da Torino e viaggiare verso la Toscana, per la precisione Siena, dove sabato pomeriggio Bianchi e compagni affronteranno la capolista. Il Torino si trova dunque di fronte la squadra che al momento guida la classifica. I bianconeri sono reduci dal pareggio contro il Novara che ha impedito loro di guadagnarsi la promozione in Serie A ed ora vorranno chiudere la pratica proprio contro i granata.

La…

Commenta per primo!

 

È giunto il momento di allontanarsi da Torino e viaggiare verso la Toscana, per la precisione Siena, dove sabato pomeriggio Bianchi e compagni affronteranno la capolista. Il Torino si trova dunque di fronte la squadra che al momento guida la classifica. I bianconeri sono reduci dal pareggio contro il Novara che ha impedito loro di guadagnarsi la promozione in Serie A ed ora vorranno chiudere la pratica proprio contro i granata.

La squadra di Lerda, dal canto suo, dopo una buona serie dovuta al ritorno in panchina del mister di Fossano, si è livellata sui bassi standard annuali ed è incappata in una serie di tre pareggi consecutivi che hanno allarmato i tifosi. L’ultimo, quello con il Piacenza, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e la società ha deciso di portare tutti quanti in ritiro per ritrovare l’affiatamento. La squadra si è quindi ritrovata unita in un momento dell’anno particolare per i cuori granata. In questa settimana, per la precisione ieri, c’è stata la commemorazione del 4 maggio. Si tratta da sempre di un evento speciale per tutto il Torino ed è un occasione per ritrovare le forze. L’anno scorso dopo la giornata a Superga i granata superarono in trasferta il Sassuolo per 3-2, centrando un successo determinante ai fini del morale e della classifica playoff. Il Siena odierno è una squadra decisamente più forte ed organizzata rispetto ai neroverdi: sarà determinata fino alla fine e cercherà di fare i punti che sanciscano definitivamente l’approdo in Serie A. 

Eppure questo Torino ha mostrato nell’arco della stagione di essere forte con le forti e debole con le deboli. I granata hanno sempre faticato contro le squadre che si chiudevano in difesa, mentre hanno tenuto testa ai club pronti a giocare a viso aperto. I bianconeri di Conte non si arroccheranno in difesa, però non tenteranno neppure l’assalto a Fort Knox. I bookmares non danno favorito il Torino, ma ritengono che il pareggio possa andare bene ad entrambe. Vedremo cosa dirà il campo.

 

(Foto: M. Dreosti)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy