A Siena col dubbio De Feudis

A Siena col dubbio De Feudis

di Davide Agazzi – Questa volta, Franco Lerda non avrà l’imbarazzo della scelta. Questa volta, per l’allenatore di Fossano, saranno scelte quasi obbligate. Per la partita di Siena, non sarà la difesa ad essere in emergenza, bensì il centrocampo, dove gli uomini a disposizione del mister sono decisamente contati. Confermato tra i pali Rubinho, il reparto difensivo lascia comunque spazio a qualche dubbio. A destare…

di Davide Agazzi – Questa volta, Franco Lerda non avrà l’imbarazzo della scelta. Questa volta, per l’allenatore di Fossano, saranno scelte quasi obbligate. Per la partita di Siena, non sarà la difesa ad essere in emergenza, bensì il centrocampo, dove gli uomini a disposizione del mister sono decisamente contati. Confermato tra i pali Rubinho, il reparto difensivo lascia comunque spazio a qualche dubbio. A destare perplessità è la coppia dei centrali. Con il rientro di Ogbonna, bisognerà vedere chi affiancherà il vicecapitano granata. La scelta è tra Pratali e Di Cesare, con il secondo leggermente favorito. Poco da scegliere sulle corsie laterali, dove Garofalo e D’Ambrosio giocheranno titolari. Abbandonata ormai la pista Cavanda, pare improbabile che Lerda provi nuovamente Ogbonna nel ruolo di terzino destro.

A centrocampo, pochi dubbi sugli esterni, dove Gabionetta è sicuro di giocare. L’esterno brasiliano, il migliore in campo contro il Piacenza, si è assicurato il posto da titolare, mentre potrebbe essere in dubbio Pagano. Difficile però che l’allenatore del Torino schieri dal primo minuto Sgrigna, come esterno sinistro. Pagano è apparso in calo, ma garantisce maggior copertura rispetto al numero 14 granata. In mediana, posto assicurato per Daniele De Vezze, mentre rimane in dubbio la presenza di De Feudis. Convocato, ma non al meglio della forma, dopo l’infortunio alla caviglia, potrebbe partire dalla panchina, con Budel pronto a giocarsi le sue carte da titolare.

In attacco, spazio a Bianchi e ad Antenucci, anche se l’ex centravanti del Catania è sembrato un po’ affatticato nelle ultime gare. Improbabile che Lerda rinuncia a questo giocatore dal primo minuto, ma Iunco e Sgrigna scalpitano per il ruolo di seconda punta.

Probabile formazione Toro (4-4-2): Rubinho, D’Ambrosio, Ogbonna, Di Cesare (Pratali), Garofalo, Gabionetta, De Vezze, Budel, Pagano, Bianchi, Antenucci. A disp. Bassi, Pratali (Di Cesare), Cavanda, De Feudis, Obodo, Sgrigna, Iunco. All. Lerda.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy