A Torino, l’Empoli esulta da due anni: granata pronti alla rivincita

A Torino, l’Empoli esulta da due anni: granata pronti alla rivincita

Verso domenica / All’Olimpico Grande Torino le ultime due sfide sono terminate con lo 0-1 ospite

L’Empoli torna sotto la Mole, e lo fa dopo una partita vinta, contro il Crotone, e dunque con la volgia in serbo di mantenere quel ritmo – sia mentale, sia fisico – per ripetersi anche contro i granata di Sinisa Mihajlovic, i quali – dalla loro – arrivano da una sconfitta per molti versi “scottante” come quella di Bergamo, persa subendo una rimonta assolutamente evitabile, condizionata in maniera evidente da grossi errori individuali.

I toscani non sono avversari facili, e per il Torino – in particolare – tra le mura amiche c’è una tradizione sfavorevole da sfatare, e in qualche modo da ribaltare: il Toro , infatti, negli ultimi due anni h  giocato contro i toscani in casa due tra le più brutte partite dell’età “moderna” granata, all’Olimpico. Entrambe le gare, sia quella del campionato 2014/15 (dove fu fatale la clamorosa autorete di Padelli) che quella della Serie A 2015/16 sono terminate con il risultato di 0-1 per gli ospiti in maglia blu, determinando una pioggia di critiche – più che giustificate – sul Torino allora allenatore da Ventura, autore di una prestazione scialba in ambedue le occasioni.

Il Toro, dunque, si affaccia alla sfida contro l’Empoli con la consapevolezza di ritrovarsi davanti “una bestia nera” degli ultimi due anni, ma con la voglia e la determinazione di chi – una settimana prima – ha subito una scottatura che brucia ancora, e che va rimediata all’Olimpico Grande Torino, davanti ad un pubblico che vuole e merita di vedere il “vero Toro”. Domenica, alle ore 15.00.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy