“Abbiamo fatto la storia”: il 3-2 del Torino al San Mames

“Abbiamo fatto la storia”: il 3-2 del Torino al San Mames

Un anno di Toro/ La serata del San Mames è stato uno dei momenti più emozionanti del 2015 granata, un’impresa che ha regalato gli ottavi di Champions League al Torino e che resterà nella storia.

 

 

26 febbraio 2015 – Dopo l’andata conclusasi 2-2 all’Olimpico, il Torino tenta l’impresa in terra basca. La qualificazione agli ottavi passa li dove nessuna italiana era riuscita prima e, sotto una pioggia battente, la squadra di Ventura raggiunge l’obiettivo portando a casa un 3-2 spettacolare.

La migliore delle formazioni per il tecnico genovese che schiera il duo Quagliarella-Maxi Lopez in attacco, si affida ad El Kaddouri, Gazzi e Vives a centrocampo, e punta su solidità, potenza e velocità in difesa con Molinaro e Darmian sulle fasce, Maksimovic, Glik e Moretti centrali. L’Athletic Bilbao invece parte più timoroso e prudente subendo i lanci e i tagli dei granata, senza riuscire a penetrare allo stesso modo.

Il primo tempo inizia in modo equilibrato: alla possibilità di passare in vantaggio dell’Athletic con Benant risponde Quagliarella che sfiora il gol. La svolta arriva al 16′ quando Gurpegi atterra Vives in area di rigore: Quagliarella non sbaglia dal dischetto e fa esplodere il tifo granata per l’ 1-0. Gli attaccanti del Torino sono senza freno e fanno impazzire la difesa basca con i loro movimenti senza però trovare la porta. Allo stesso tempo l’Athletic appare in affanno e senza idee per cui il suo gioco è poco pericoloso, lasciando libero il Toro di muoversi. Al 41′ si fa male Gurpegi che lascia il campo e viene sostituito dall’attaccante Williams: il nuovo assetto dei baschi mette in difficoltà i ragazzi di Ventura che al 44′ subiscono il gol del pareggio. Benat lancia la palla in area dove Molinaro viene scavalcato, il pallone giunge a Iraola che controlla abilmente e da posizione defilata segna un gran gol di sinistro.

A questo punto i padroni di casa prendono fiducia ma ciò non basta perché è ancora il Torino a mettere la palla in rete passando nuovamente in vantaggio: allo scadere del 2′ di recupero Vives serve Darmian che crossa in area per Maxi Lopez il quale colpisce di testa mettendo a segno il 2-1. I tifosi sugli spalti assaporano la vittoria ed un’impresa storica che sta per giungere.

Nel secondo tempo l’Athletic finalmente gioca senza timori, Williams e Laporte fanno soffrire la difesa ma Maxi Lopez risponde con un tiro che solo il palo può fermare. Sotto la spinta dei baschi arriva il gol del pareggio con De Marcos, lasciato solo davanti a Padelli per segnare un gol facile. Ma la gioia del Toro e dei tifosi esplode quando la partita vira definitivamente dalla parte del Torino: al 23′ El Kaddouri serve un pallone sul secondo palo, Darmian arriva a prenderlo e calciando al volo mette a segno il 3-2 che significa ottavi di finale. I baschi perdono fiducia regalando occasioni al Torino, come quella di Martinez che scavalcato il portiere avversario manda però la palla sul fondo.

A fine partita è solo festa granata. Ottavi conquistati ed un’impresa che resterà per sempre nella storia del calcio così come non ha mancato di sottolineare mister Ventura dopo il match. Dopo questa spettacolare partita il Torino si appresta a giocarsi un accesso ai quarti di Champions contro lo Zenit di San Pietroburgo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy