Acquah, buona ripresa contro il Nizza: il probabile addio non inficia la professionalità

Acquah, buona ripresa contro il Nizza: il probabile addio non inficia la professionalità

Il centrocampista è destinato a partire, ma il rispetto verso compagni e maglia non passa in secondo piano

di Redazione Toro News

La trattativa aperta e in pieno sviluppo con l’Empoli non pare “disturbare” Afriye Acquah, che ieri contro il Nizza ha giocato un secondo tempo di buon livello. Il centrocampista è molto vicino al passaggio in Toscana, ma il suo (probabile) imminente addio non sta per nulla inficiando sull’impegno e la serietà in campo: la professionalità del ghanese, infatti, non è mai venuta a mancare, sintomo di grande rispetto verso tecnico e maglia.

L’avventura di Acquah in granata è al tramonto: lo sa lui, lo sanno i compagni e lo sa anche Mazzarri, che ieri ha comunque deciso di schierarlo nel secondo tempo di Alessandria. Una buona prova la sua, con il centrocampista che non si è risparmiato in mediana – correndo e mettendoci la gamba quando necessario. Il classe ’92 non è più nei piani tecnici della società, ma non per questo si risparmia: un dato non così scontato, che dà la misura dello spessore professionale del giocatore. Acquah si prepara a salutare il Torino ma lo fa col massimo rispetto, un rispetto che i tifosi granata non possono che apprezzare.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BIRILLO - 5 mesi fa

    News La Stampa..Cairo potenziale acquirente e presidente del Bari… mi viene da ridere… Se a noi compra le scommesse, laggiù che fa ? Zio Urbano, lo sai che da quelle parti se prometti e non mantieni, ti impanano tutto vestito ??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. steacs - 5 mesi fa

    Professionalitá???

    Oh ma questi sono pagati milioni per dare calci alla palla… tornate sulla Terra, la Luna rossa é passata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 5 mesi fa

      È in vendita…….. Bisogna parlarne bene .

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy