Agroppi: la bandiera del Torino a cavallo tra gli anni ’60 e ’70

Agroppi: la bandiera del Torino a cavallo tra gli anni ’60 e ’70

Figurine/ Con lui in campo il Toro torna ad alzare i primi trofei dai tempi della Tragedia di Superga

Compie oggi 71 anni Aldo Agroppi, una delle bandiere del Toro tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70.

Il centrocampista di Piombino ha vinto in granata due Coppe Italia (nel 1968 e nel 1971), i primi due successi della società dai tempi della scomparsa del Grande Torino. Agroppi arriva a Torino nel 1967 proveniente dal Potenza. Diventa subito uno dei punti fermi del centrocampo granata disputando 36 partite condite anche da 3 reti nella sua prima stagione all’ombra della Mole. Il suo debutto ufficiale avviene il 15 ottobre 1967: il Toro vince 4-2 sulla Sampdoria ma è quella anche la tragica giornata della morte di Gigi Meroni, investito poche ore dopo la partita in Corso Re Umberto.

In breve tempo Agroppi diventa un punti riferimento per la squadra e per la tifoseria. La sua migliore annata in maglia granata è quella del 1971/72 quando gioca 39 partite e segna 7 gol, di cui 6 in campionato. In quel campionato realizza anche un memorabile gol nel derby del 26 marzo 1972, firmando il punto del decisivo 2-1 che permette ai granata di battere la Juventus. Al termine di quella stagione ottiene anche la convocazione in Nazionale: in azzurro disputa 5 partite, di cui 3 delle qualificazioni al Mondiale 1974. Lascia il Torino nel 1975 dopo 280 partite e 26 reti.

Giocherà ancora due anni nel Perugia prima di intraprendere la carriera di allenatore e successivamente quella di opinionista sportivo, con la fama di ‘anti-juventino’ dichiarato; anche per questo è sempre rimasto nei cuori dei tifosi granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy