Al via la prima gara ufficiale

Al via la prima gara ufficiale

 

di Edoardo Blandino

Esattamente 76 giorni dopo l’ultimo impegno ufficiale della stagione 2010-2011, il Torino torna in campo per la prima gara del nuovo anno. Il Padova ha lasciato grandissima amarezza nei giocatori e nei tifosi e le ultime immagini che i supporter ricordano di quella gara sono le parole di un Bianchi in lacrime che esclama con poca voce: “Abbiamo fallito”.

Un’estate…

Commenta per primo!

 

di Edoardo Blandino

Esattamente 76 giorni dopo l’ultimo impegno ufficiale della stagione 2010-2011, il Torino torna in campo per la prima gara del nuovo anno. Il Padova ha lasciato grandissima amarezza nei giocatori e nei tifosi e le ultime immagini che i supporter ricordano di quella gara sono le parole di un Bianchi in lacrime che esclama con poca voce: “Abbiamo fallito”.

Un’estate può far rimarginare le ferite e permettere a tutti di ripartire da zero. Nel Toro c’è stata l’ennesima rivoluzione: sono cambiati tanti giocatori, è arrivato un nuovo staff tecnico ed è stato nominato DG Antonio Comi. A differenza del passato, però, Ventura ha potuto lavorare con il nuovo gruppo fin da subito ed i giocatori che sono arrivati in ritardo (leggasi Parisi) conoscevano l’allenatore granata.

Non è ancora campionato, ma il preludio  ad un torneo lungo ed estenuante come quello cadetto può voler indicare molte cose sul futuro. Questo è ormai il terzo anno consecutivo che i granata trascorrono in Serie B e mentre nella prima stagione solamente la doppia finale col Brescia (ed il gol annullato ad Arma) hanno impedito alla squadra di Colantuono di raggiungere la promozione, l’anno scorso il gruppo guidato da Lerda si è dovuto arrendere alla stagione regolare.

Eppure, nonostante queste difficoltà, l’affetto del pubblico non è mai venuto meno ed i tanto paventati proclami di disamore sono sempre stati disattesi a causa del viscerale affetto che il tifoso prova per questa gloriosa maglia. Come un amante ferito cerca di distaccarsi da ciò che è al centro dei propri pensieri, ma in cuor suo sa che non ci riuscirà.

L’inizio di un nuovo anno dà la possibilità di ricominciare da zero, di lasciarsi il passato alle spalle e guardare solo avanti. Domani inizieranno le partite della Stagione 2011-2012. Domani sarà un’altra storia.

 

(Foto: M. Dreosti)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy