Albania, che harakiri contro Israele. E Ajeti non va neanche in panchina

Albania, che harakiri contro Israele. E Ajeti non va neanche in panchina

Nazionali / Si conclude con un secco 0-3 la sfida di Elbasan: due espulsioni e scontro diretto sprecato per i ragazzi di De Biasi. Il difensore del Torino non rientra nell’elenco definitivo dei 23

Giornate determinanti, che potrebbero rivelarsi già decisive per quanto riguarda le qualificazioni alle prossime competizioni ufficiali: le selezioni Nazionali di tutto il mondo si stanno affrontando nel corso di questa pausa dei campionati e l’attenzione è rivolta a queste sfide che permettono ai rispettivi commissari tecnici di effettuare i propri ragionamenti e prendere eventuali contromisure, o migliorare ulteriormente l’affinità e l’amalgama tra i giocatori a disposizione. Sotto i riflettori, e non potrebbe essere altrimenti, le partite di qualificazione ai Mondiali 2018 che stanno monopolizzando gli incontri tra rappresentative in – quasi – tutto il globo.

Se l’Italia di Giampiero Ventura ieri sera ha vinto contro il Liechtenstein una sfida che ha visto brillare Belotti e Zappacosta, non era questo l’unico match osservato con attenzione in casa Torino: con fischio d’inizio allo stesso orario (20.45) si è infatti disputato lo scontro diretto tra Albania ed Israele, anch’esso valevole per il girone G. Scontro diretto poichè entrambe le compagini arrivavano all’incontro ferme a quota sei punti e dunque in cerca del successo sulla diretta concorrente per rimanere agganciati a Spagna ed Italia nelle prime posizioni del girone. La partita ha senza dubbio stravolto ogni pronostico, rivelandosi un vero e proprio harakiri per l’Albania che di fronte al proprio pubblico ha gettato al vento una grande occasione: addirittura due espulsioni tra le fila dei padroni di casa (il difensore Djimsiti dopo 17′, il portiere Berisha al minuto 55′) ed Israele dilagante per un risultato finale di 0-3.

L’interesse del Torino non è ad ogni modo stato ripagato, indipendentemente dal risultato: il commissario tecnico dell’Albania De Biasi nei giorni passati ha infatti deciso di convocare il granata Arlind Ajeti per fare parte del roster della nazionale in vista di questi impegni, nonostante il difensore sia stato a lungo bloccato da problemi fisici e non abbia ancora conosciuto l’esordio all’ombra della Mole. Contro Israele, Ajeti ha dovuto rimandare ancora una volta il proprio debutto ufficiale assoluto in questa stagione, non venendo di fatto inserito nell’elenco definitivo dei 23 ‘scelti’ per la sfida: sfumate dunque le speranze di tornare a calcare il terreno di gioco con la propria selezione prima del rientro a Torino per il difensore, dato che quello di ieri sera era l’unico impegno in programma in questa sosta per l’Albania. Resta comunque la positiva nota di fare ancora parte del giro della rappresentativa nonostante gli ultimi tribolati mesi, ma adesso Ajeti cercherà di scalare le gerarchie per trovare spazio tra le fila granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy