Alberto Fontana: seconda presenza in serie A

Alberto Fontana: seconda presenza in serie A

Resterà nella memoria di Jimmy Fontana, idolo incontrastato della tifoseria granata, la sua presenza al Meazza nell’ultima partita di campionato contro l’Inter scudettato. Lui, omonimo dell’ex portiere nerazzurro Alberto Fontana, ora in forza al Palermo, ha potuto riassaporare la gioia di entrare sul terreno di gioco nella massima serie, dopo aver esordito in A, sempre in maglia granata, nella stagione…

Resterà nella memoria di Jimmy Fontana, idolo incontrastato della tifoseria granata, la sua presenza al Meazza nell’ultima partita di campionato contro l’Inter scudettato. Lui, omonimo dell’ex portiere nerazzurro Alberto Fontana, ora in forza al Palermo, ha potuto riassaporare la gioia di entrare sul terreno di gioco nella massima serie, dopo aver esordito in A, sempre in maglia granata, nella stagione 2002/2003 nella partita Como – Torino 1-0 giocata il 24/05/2003. In serie B quattro le presenze nella stagione 2003/2004 con sei gol al passivo e due sono state le sue presenze nel campionato 2004/05 con altrettante reti subite. Con la partita di ieri in totale Fontana ha collezionato 8 partite in maglia granata subendo 9 gol, giocando anche in Coppa Italia (2004/05), 4 match con 4 gol subiti.

La carriera di Alberto Maria Fontana, nato a Torino il 2 dicembre del 1974 in uno stabile di Via Taggia, proprio davanti al Filadelfia, parte dalle giovanili della Juventus dal ’92 al ’94, nella Primavera in cui giocava anche Alessandro Del Piero, ma questo non riesce a scalfire la sua fede per il Toro. Dopo l’esperienza bianconera Jimmy Fontana passa alcune stagioni tra la C2 e la C1, con una parentesi nel campionato 98/99 al Verona in B con due partite disputate. Nel 2000/2001 è nuovamente in B, prima alla Pistoiese e poi al Palermo, una presenza per stagione. Nel 2002/2003 ancora in piena era Cimminelli riesce a coronare il sogno di vestire la maglia granata, il Toro è in A e gioca una gara. L’anno successivo i granata tornano in B e nei tre anni successivi nella serie cadetta colleziona 6 partite.

Nell’attuale stagione fa la sua comparsa in campo solo nell’ultima di campionato giocata contro l’Inter con i granata già salvi. Entra, secondo una staffetta già programmata, al 22’ della ripresa, al posto di Taibi, che lascia il campo dopo aver subito il terzo gol interista su rigore. Fontana ha l’occasione di mettersi in mostra parando due tiri insidiosi prima a Recoba e poi a Stankovic. Non va dimenticato che Jimmy Fontana è stato il primo giocatore a firmare il contratto triennale con il Torino dei Lodisti, confermato in seguito da Cairo. Il portiere ha praticamente dato fiducia alla nuova società senza nemmeno conoscere i piani futuri, fidandosi della sua grande passione granata, così come ha ribadito a fine partita domenica: “la fede non è mai in scadenza”, a proposito del suo contratto, che comunque scadrà nel 2008. Fontana è anche molto sensibile alle iniziative di solidarietà, dove non fa mai mancare la sua presenza, soprattutto al Regina Margherita, l’ospedale infantile torinese in cui, una volta al mese, si prodiga con altri compagni di squadra a portare amicizia e allegria ai piccoli ricoverati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy