Allenamento a porte chiuse

Allenamento a porte chiuse

In vista della partita di domani sera contro il Cittadella il tecnico Ventura – che parlerà oggi pomeriggio alle 16.30 e TN trasmetterà in diretta web – ha pianificato la consueta sessione di allenamento a porte chiuse.

La squadra granata si presenterà quasi al completo per l’appuntamento con la formazione amaranto di Padova: eccetto Stevanovic, ancora alle prese coi postumi della botta subita in Coppa Italia a Siena,…

In vista della partita di domani sera contro il Cittadella il tecnico Ventura – che parlerà oggi pomeriggio alle 16.30 e TN trasmetterà in diretta web – ha pianificato la consueta sessione di allenamento a porte chiuse.

La squadra granata si presenterà quasi al completo per l’appuntamento con la formazione amaranto di Padova: eccetto Stevanovic, ancora alle prese coi postumi della botta subita in Coppa Italia a Siena, e Glik, convocato dalla nazionale polacca, infatti tutta la rosa è a disposizione dell’allenatore genovese.

Tra le novità, oltre all’impiego di Di Cesare al centro, potrebbe esserci l’innesto di Vives in mezzo al campo: l’ex leccese sta trovando la condizione fisica ideale e potrebbe contendere il posto a Basha e Iori, con lo svizzero in pole nonostante l’ottima prestazione di Ascoli. Da valutare, però, ci sono anche le condizioni dell’ex Livorno che sta giocando titolare ininterrottamente da Sappada: non è da escludere che Ventura possa concedere un turno di riposo anche al regista.

In attacco, Bianchi, a parte, dopo la staffetta Antenucci-Ebagua di sabato, c’è Alessandro Sgrigna: il giocatore, tenuto a riposo contro il Siena ed entrato solo a gara finita contro l’Ascoli, potrebbe guadagnarsi la maglia da titolare nella sfida contro il Cittadella. In questo caso, però, le valutazioni dell’allenatore granata saranno rigorosamente tecniche: in base alla gara ed all’avversario, infatti, ci sarà da scegliere se privilegiare attaccanti in grado di dare profondità alla squadra o ricercare qualcuno da schierare tra le linee a ricevere l’appoggio e non il lancio dei centrocampisti.

 

(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy