Allenamento concluso: Granata-Arancioni 2-3

Allenamento concluso: Granata-Arancioni 2-3

nostri inviati a Omegna
Rosso / Della Casa

 

Ultima seduta di allenamento per la squadra granata nella provincia di Verbania: nel pomeriggio il Toro ripartirà infatti alla volta di Leinì dove resterà in ritiro ancora fino alla partita di Coppa Italia di domani contro il Lumezzane dell’ex Davide Nicola.

La seduta s’è aperta con alcuni giri di corsa di allenamento,…

nostri inviati a Omegna
Rosso / Della Casa

 

Ultima seduta di allenamento per la squadra granata nella provincia di Verbania: nel pomeriggio il Toro ripartirà infatti alla volta di Leinì dove resterà in ritiro ancora fino alla partita di Coppa Italia di domani contro il Lumezzane dell’ex Davide Nicola.

La seduta s’è aperta con alcuni giri di corsa di allenamento, per poi passare ad esercizi col pallone – palla sette passaggi e pallamano con gol di testa o di piede: oltre a Gasbarroni, che continua ad allenarsi a parte, manca anche Biagio Pagano che ha accusato un risentimento all’aduttore ed è stato precauzionalmente tenuto a riposo. Assente anche Giuseppe Vives, alle prese con la febbre: il tecnico Ventura è comunque sicuro di recuperarlo in vista dell’esordio ufficiale, anche perchè deve già rinunciare all’apporto di Basha, squalificato per la Coppa.

Il gruppo è passato agli ordini di Innocenti, il preparatore atletico, che ha preparato per i giocatori una serie di percorsi con ostacoli, birilli e bandierine per lavorare sulla potenza, sulla rapidità e sulla velocità: tutto il carico, però, sempre in aerobico.

Terminata la parte atletica è sceso in campo anche il tecnico Ventura che ha suddiviso i giocatori in due squadre e, allestito un campo leggermente ridotto, ha dato il via ad una serie di partitelle a tema, imponendo i tocchi di palla, il numero di passaggi e le conclusioni in porta. Con la pettorina ci sono Parisi, Pratali, Di Cesare, D’Ambrosio, Basha, Chiosa, Oduamadi, Gasbarroni, Ebagua e Antenucci, mentre la squadra senza – quella che potrebbe essere la formazione di domani sera, vede: Darmian, Glik, Ognonna, Zavagno, Suciu (se Vives non dovesse recupare dalla febbre sembra proprio possa essere l’occasione per il romeno), Iori, Guberti, Stevanovic, Bianchi e Sgrigna. In porta con la pettorina c’è Coppola, senza Gomis; per Morello sessione intensa di tiri in porta con Zinetti.

In questo momento, per rincuorare tutti, Pagano fa il suo ingresso sul terreno di gioco ed inizia a correre a bordo campo: per lui nulla di grave.

Applausi per Gasbarroni: durante la partitella, il cucchiaio a scavalcare la difesa per Antenucci è di pregevole fattura. L’attaccante andrà poi anche in gol.

Si è fatto male Chiosa: il giovane centrale difensivo granata, schierato a centrocampo, ha avuto la peggio in un contrasto e deve essere accompagnato a bordo campo dallo staff medico granata: al suo posto scende in campo Sullo, riprononendosi in mediana come ai vecchi tempi di Messina con Parisi e re Artù Di Napoli.

Si sblocca Antenucci: l’attaccante prende palla al limite dell’area, dribbla tutta la difesa della presunta formazione titolare e trafigge imparabilmente Gomis segnando la rete del raddoppio.

La formazione granata accorcia le distanze grazie ad un autorete di… Sullo. L’allenatore in seconda si fa trovare sulla traiettoria della conclusione a rete di Sgrigna deviandone la corsa e spiazzando il proprio portiere Coppola: 2-1.

Eurogol di Guberti che indovina l’incrocio dei pali dal limite dell’area: pareggio per i granata.

Il tecnico Ventura non fa in tempo a pronunciare ”Chi segna vince” che Gasbarroni prende palla sulla destra, salta Zavagno con una finta e lascia partire un diagonale preciso che non lascia scampo a Gomis: 3-2 e allenamento finito.

 

 

(foto: M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy