Alvaro Gonzalez, voto 5,5: toccata e fuga per l’uruguagio che non dovrebbe restare in granata

Alvaro Gonzalez, voto 5,5: toccata e fuga per l’uruguagio che non dovrebbe restare in granata

Il pagellone di fine stagione 2014/15 / Poco spazio per l’ex laziale che difficilmente sarà confermato il prossimo anno

Era arrivato a gennaio con la speranza che potesse contribuire alla causa nella seconda parte della stagione, facendo rifiatare gli altri centrocampisti che avevano tirato la carretta fino a lì; in realtà però l’avventura in granata di Alvaro Gonzalez si può dire che non sia mai di fatto iniziata. Qualche scampolo di partita concessogli da Ventura nel finale delle sfide contro Verona e Cagliari, troppo poco per poter mostrare qualcosa di significativo, e poi tanta panchina.

Gonzalez in azione contro l'Empoli (foto Dreosti)

L’unica vera occasione gli è capitata in quell’infausto 6 maggio, nella giornata in cui il Torino ha probabilmente buttato via le speranze di una nuova qualificazione in Europa League; contro l’Empoli Ventura lo lascia in campo per tutti i 90′ ma lui delude insieme a quasi tutta la squadra, rimediando in pagella un misero 5,5, che può essere anche il voto riassuntivo della sua esperienze all’ombra della Mole. Che Ventura non lo veda è stato evidente anche nell’ultima uscita stagionale dei granata, quando nella ‘festa’ contro il Cesena non gli è stato concesso neanche un minuto. Difficile immaginare a questo punto di rivederlo ancora con la maglia granata sulle spalle il prossimo anno.

SERIE A

PRESENZE: 4

MINUTI GIOCATI: 130

GOL:

 

TOTALE

PRESENZE: 4

MINUTI GIOCATI: 130

GOL:

 

VOTO: 5,5

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy