Belotti, il goal ad Anfield impreziosisce una pre-season da urlo

Belotti, il goal ad Anfield impreziosisce una pre-season da urlo

Focus on / Non solo goal, ma anche corsa e grinta: il Gallo fa reparto da solo e nel precampionato non è mai stato così prolifico…

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Se il buongiorno si vede dal mattino, i tifosi del Toro possono seriamente sperare di vedere Andrea Belotti ai livelli di due campionati fa. I tormenti della scorsa stagione sono stati accantonati e ora appaiono solo come un brutto ricordo: il numero nove del Torino ha concluso un precampionato che non sarebbe potuto andare meglio. Nella scorsa pre-season, il Gallo aveva realizzato 4 reti, contro le 9 di quest’anno. Se è vero che il “calcio d’agosto” lascia il tempo che trova, c’è anche da dire che il livello delle formazioni affrontate (Nizza e Liverpool) è cresciuto e segnare un goal ad Anfield Road non è mai facile.

DELUSIONE – Nel bene e nel male, il rendimento di un giocatore come Belotti non può che incidere in maniera decisiva sulle sorti del Torino, che nello scorso campionato, ha sentito la mancanza delle sue reti. I 16 goal in meno sono un fattore fondamentale per spiegare il mancato raggiungimento dell’obiettivo europeo, soprattutto pensando ai rigori sbagliati in casa contro Chievo e Milan. Quello dello scorso anno è stato solo a tratti il vero Andrea Belotti: le amichevoli e lo stato di forma attuale fanno presagire che in questo campionato la musica cambierà.

Le pagelle di Liverpool-Torino 3-1: Sirigu è sempre lui. Bremer e Meitè ok

REPARTO – Oltre alle reti il Gallo non sta lesinando corsa, impegno e grinta. Non che queste caratteristiche fossero mai venute a mancare, ma ora, grazie al suo stato di forma, Belotti regge il peso dell’attacco sulle proprie spalle. L’auspicio è che torni a segnare come due anni fa, quando le 26 reti realizzate si tradussero in una stagione memorabile a livello personale. La strada sembra quella giusta e anche il sistema di gioco sembra calzargli a pennello. Nello scacchiere di Mazzarri, il Gallo è libero di fare ciò che più gli si addice: bruciare i difensori in profondità e ricevere tanti cross dagli esterni (vedi De Silvestri ieri). In attesa delle partite che contano, i feedback da Belotti sono ottimi e il goal di ieri è un ulteriore passo per tornare il vero Gallo.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 4 mesi fa

    è un piacere vederti Galloooo speriamo dai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Speriamo che rimani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13963694 - 4 mesi fa

    Grande gallo 6 il migliore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13972345 - 4 mesi fa

    grande galloooooo forza torooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Un gol che fa morale.
    Peccato per quello solo sfiorato da Niang, lui ne avrebbe avuto ancor più bisogno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

      Vero!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Stegiachi - 4 mesi fa

    Povero Gallo se deve ricevere i palloni da Rincon che davanti alla difesa è un pericolo costante.
    Poi non riesco a capire Baselli, inguardabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 4 mesi fa

      Su Rincon che dire, ce la mette tutta, è uno che non si risparmia, ha ovviamente dei limiti, vedi l’impostazione del gioco, credo che WM se ne sia accorto…
      Baselli per me è uno dei pochi giocatori italiani che dal centrocampo in avanti possa permettersi di giocare bene la palla con tutti e due i piedi, può impostare il gioco, fraseggiare coi compagni (ovv. non è Iniesta, però…), lanciare le punte e andare al tiro… e in Italia ce ne sono pochi, italiani poi… gli manca solo un po’ di grinta… bisognerebbe mettergli a disposizione un mental couch tutto stile e finezza, vedi ad es. Pasquale Bruno… e poi la musica cambia…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13746076 - 4 mesi fa

    Forza Gallo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. iard68 - 4 mesi fa

    Grande Gallo quest’estate! Speriamo in bene!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LeoJunior - 4 mesi fa

    indubbiamente vero e speriamo Dio ce lo conservi. Ma a me non convince Iago alle sue spalle. E non so quanto Adem possa esserlo. Il rischio è che debba veramente giocare isolate e fare da solo. E la cosa mi preoccupa. Fermato lui ci bloccano gran parte del potenziale d’attacco. A me Iago e Adem piacciono tanto ma non so quanto possa essere opportuno rinunciare per una vera seconda punta. Speriamo in WM

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 4 mesi fa

      E qui si potrebbe discutere per una vita… io ero abituato a vedere giocatori che crossavano di sinistro a sinistra e giocatori che crossavano di destro a destra… a parte gente come Claudio Sala e Lentini, che potevano fare quel che gli pareva… adesso con sta moda di invertire i piedi… arrivano sul fondo e inchiodano per rientrare e crossare con il piede “sano” o passano la palla indietro per far crossare altri… per me rimane una grande stronzata, facendo così devi far crossare per forza De Silvestri o Ansaldi… o far fare le rulete a Falque… mah…
      Continuo a pensare che per far fare dei gol a Belotti o fai dei cross dal fondo o lo lanci quando può scattare in campo aperto nell’uno contro uno col centrale di turno… e lì non c’è storia…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13773564 - 4 mesi fa

    forza gallo ieri hai fatto vedere quanto vali!! forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy