Andrea Sottil: “Toro, contro l’Athletic l’esperienza di Ventura potrebbe fare la differenza”

Andrea Sottil: “Toro, contro l’Athletic l’esperienza di Ventura potrebbe fare la differenza”

Esclusiva TN / Le dichiarazioni pre partita dell’ex difensore granata: “Il mister è un grande motivatore. Se tiferò Toro? Come potrei non farlo: tifosi e società aspettano momenti come questo da anni.”

Commenta per primo!

Per parlare di coppe europee, a poche ore dall’impegno dei granata contro l’Athletic Bilbao in Spagna in Europa League, abbiamo contattato l’ex difensore del Toro Andrea Sottil, sceso in campo durante la Coppa delle Coppe sotto la guida di Mondonico nella stagione 1993/’94.

Ciao Andrea, in quell’annata ci furono trasferte prestigiose per voi, non è vero?

Sì, è vero, ad esempio quella di Highbury, contro l’Arsenal. Dall’erba agli spalti, in quello stadio si respirava davvero un’atmosfera magica, e peccato che l’abbiano abbattuto nel 2006.

All’epoca tu eri giovane e avevi poca esperienza internazionale, come tanti degli attuali giocatori del Torino: cosa si deve fare per vincere l’emozione?

Basarsi su un grande tecnico come Ventura, una garanzia. Non ha moltissima esperienza in Europa, è vero, ma ne ha tanta in generale ed è bravissimo a preparare le partite sia sotto il profilo tattico che sotto quello psicologico, essendo un grande motivatore. Lo dico perché mi ha allenato.

Cosa cambia dall’Europa all’Italia?

Sicuramente l’arbitraggio, perché spesso nelle coppe europee si lascia giocare di più e si fischiano meno falli. Ho fatto la Coppa Uefa, la Coppa delle Coppe e l’Intertoto, e ho notato che è così.

Tiferai Toro stasera?

Certo, come potrei non farlo? Spero che i granata, anche se hanno di fronte una squadra molto forte, facciano una grande partita e riescano ad andare avanti in questa competizione: per la società e per i tifosi, che aspettavano momenti come questo da tanti anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy