Antenucci-De Feudis per l’ottavo risultato utile

Antenucci-De Feudis per l’ottavo risultato utile

Per la seconda volta stagionale il Toro vince con due gol di scarto e porta a otto la serie di risultati utili consecutivi. Una striscia, curiosamente, cominciata nello stesso momento del girone di andata: contro l’Ascoli. Quella serie arrivò poi a dieci, perché arrivarono risultati positivi anche con Empoli e Padova, avversarie delle prossime due e decisive partite.

I numeri del match di ieri raccontano di un Toro meritevole….

Per la seconda volta stagionale il Toro vince con due gol di scarto e porta a otto la serie di risultati utili consecutivi. Una striscia, curiosamente, cominciata nello stesso momento del girone di andata: contro l’Ascoli. Quella serie arrivò poi a dieci, perché arrivarono risultati positivi anche con Empoli e Padova, avversarie delle prossime due e decisive partite.

I numeri del match di ieri raccontano di un Toro meritevole. Emblematici quelli relativi ai tiri in porta, con undici conclusioni indirizzate nella porta difesa da Viotti da parte dei granata e una sola, sul punteggio di 2-0, sul fronte ospite.  Nettissima la differenza anche per ciò che concerne la pericolosità offensiva, con la formazione di Lerda (imbattuto dal momento del ritorno sulla panchina) che triplica i giuliani (74% a 24). Maggiormente equilibrate le altre statistiche, con la Triestina che comanda in due, seppur con un margine quasi nullo di vantaggio: nell’attacco alla porta (45,3% contro 44,9) e nella protezione area, anche in questo caso con quattro decimi di punto in più del Toro (55,1 a 54,7).

Guardando le statistiche individuali, a sorpresa c’è un portacolori della formazione giuliana nella speciale classifica delle palle recuperate: si tratta del centrale di difesa Cottafava, che può vantare 31 recuperi, seguito dalla coppa granata Ogbonna-Di Cesare, rispettivamente a quota 28 e 25. Nei passaggi riusciti si registra, invece, il consueto dominio granata, con l’unico giocatore ospite (D’Ambrosio) al sesto posto. Sul podio, nell’ordine, Rivalta, Ogbonna e De Feudis. Infine, i tiri, dove Bianchi stacca tutti. Il capitano granata ha concluso sei volte, seguito da Sgrigna che ci ha provato ripetutamente nella ripresa. Per il numero 14 granata quattro tiri, così come Antenucci.

(foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy