Aramu saluta dopo 16 anni: “Lontano da Torino ma col Toro nel sangue”

Aramu saluta dopo 16 anni: “Lontano da Torino ma col Toro nel sangue”

Il commovente saluto alla maglia granata di Aramu, che ha salutato definitivamente il club di Cairo

di Redazione Toro News

Ha salutato definitivamente quella che è stata la sua casa per 16 anni: Mattia Aramu è stato ceduto nell’ultimo giorno di mercato alla Robur Siena, concludendo così la propria avventura con la maglia del Toro, iniziata a 7 anni e terminata a 23. Aramu ha voluto salutare il Toro e i suoi tifosi con un toccante messaggio pubblicato su Instagram nel quale assicura: “Lontano da Torino ma col Toro nel sangue”. Poco dopo il suo post, è arrivata la risposta di Moreno Longo – allenatore di Aramu ai tempi della Primavera (leggi qui).

“Eccoci qua , dopo 16 anni di Torino dove ho iniziato a tirare i primi calci a un pallone passando dai momenti stupendi in primavera fino ad arrivare alla prima squadra e all’esordio in serie A. Un grazie speciale a tutti quelli che mi hanno sempre scritto standomi vicino , alla società che non mi ha mai fatto mancare nulla e infine ai compagni di squadra che prima sono uomini e poi calciatori . Lontano da Torino ma con il toro nel sangue”

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 mesi fa

    Resta l’amarezza per non averlo visto e apprezzato più a lungo sul campo con la maglia granata. Quanto alla sua destinazione in serie C, a meno che non vengano accettati i ricorsi su eventuali ripescaggi in serie B, ridursi all’ultimo giorno a cederlo non poteva certo aprigli le porte verso soluzioni più convenienti. Aramu non era degno di giocare nel Toro? Chissà. Certo, però, non è un giocatore da serie C. Non mi pare che in A e in B circolino dei fenomeni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Immer - 2 mesi fa

    Aramu come gomis continuerò a seguirli e sperero di vederli un giorno nel toro. Certo come baselli gli hanno dato tutte le possibilità del caso e lui no. Secondo me avesse giocato i minuti di baselli non avrebbe fatto peggio.Arrivederci e forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 2 mesi fa

    Meno male che non sono sempre solo io a sostenere i nostri giovani ragazzi ex-primavera, prendendomi dissensi in quantità!
    Con tutto l’affetto x questo ragazzo, però, temo che l’accasarsi in una squadra di serie C ci dica che, probabilmente, il Torino di oggi non poteva più essere la sua squadra.
    Auguriamogli di realizzare un sogno: emergere in C, essere acquistato e protagonista in B, ed arrivare in serie A.. Magari, a quel punto, il Torino Calcio potrebbe anche riacquistarlo!
    Un sogno, appunto, ma credo questo sia il miglior augurio che gli si possa fare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. spettro73 - 2 mesi fa

    Ciao Mattia. Credo sia il giocatore uscito dalla primavera che ho seguito con più speranze. E anche quel finale di stagione a Livorno faceva sognare. Il tuo sinistro sembrava magico. Riponevo grandissime speranze di poter aver un nuovo idolo che amasse il Toro. Cerco il mio nuovo messia dai tempi di Roberto Cravero. Purtroppo le cose non sono andate come volevamo. Tantissimi auguri per una grande carriera. Ti seguirò con affetto e conserverò la foto fatta insieme nel ritiro austriaco di due anni fa. Sempre e solo Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14003131 - 2 mesi fa

    Ciao Mattia auguri. Sempre il Toro nel sangue.. A che te, che ho conosciuto, posso dire che sei uno dei nostri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. vittoriogoli_475 - 2 mesi fa

    Mi spiace molto però due allenatori non lo hanno ritenuto valido e non posso far altro che accettare giudizio di persone che costantemente lo hanno allenato.
    Ripeto,perot, che mi spiace e molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. alexku65 - 2 mesi fa

    È meno male che il genio della tattica attuale a confronto della precedente “capra” avrebbe tra le infinite migliorie portare an He la valorizzazione dei giovani talenti oltrechè di quelli meno giovani. Inutile fare l’elenco perché lo conosciamo tutti. Eh voilà i passi avanti sono serviti ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 mesi fa

      E tu sei il più furbo di tutti ? Sei quello che decide per gli altri ? Aramu è stato valutato
      tecnicamente negativamente da quasi tutti gli allenatori che lo hanno avuto e adesso arrivi tu a dare degli incompetenti a professionisti ? Fai altro va.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alexku65 - 2 mesi fa

        Mmmmm come ti sei arrabbiato…..visto che parli sempre con il decalogo delle giovani marmotte tra cui compare il credo dei giovani del vivaio, ramnentsmi quanti giovani il tuo ho eroe ha escluso …ah già ma a partire da barreca erano tutte schiapoe…veto. G maiuscola non cone granata ma come gaggio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 2 mesi fa

        Ho sbagliato a rispondere ad un ceffo come te. Non succederà piu

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. alexku65 - 2 mesi fa

          Guarda sarebbe un grosso favore perché nei mille posts o risposte che dai giornalmente su wiesto sito non ne vedo uno che sollevi la mia attenzione anche Se negativa. Gioca con i pollici e rispetta i pensieri altrui. Vai allo stadio stasera o pollici mentre affermi per l’ennesima volta i veri valori della gioventù granata?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Ma fate an prus.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alexku65 - 2 mesi fa

        È tu con il numero sul Nick diresti esser più furbo…ma vero un po’ di sagacia non si compra al botteghino col biglietto della partita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. unasolafede - 2 mesi fa

          Se uno non è d’accordo con me posso pensare che sia lui a dire una stronzata, se sono due possono dire comunque stronzate, tre anche, al quarto comincio a farmi qualche domanda. Quando tutti sono contrari a quello che dico o mi rendo conto di dire stronzate o sono solo un presuntuoso arrogante.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. alexku65 - 2 mesi fa

            Mmmm abbiamo gocce di filosofia vera qui.. ..quindi è la massa a determinate ciò che bisogna individuslmente pensare pensare…Se la massa dice che toccarsi fa diventare ciechi tu che fai.?..secondo la tua teoria non dovresti neanche vedere i tasti che pigi…pensa al povero Galileo…che cazzate che diceva…mamma

            Mi piace Non mi piace
  8. Turin2.0 - 2 mesi fa

    Non si capisce perché non si sia mai data una chance a questo ragazzo che nei 4 prestiti in B ha disputato sempre buone stagioni quando abbiamo avuto in prima squadra esterni di gran lunga più scarsi di lui forse che se si fosse chiamato Aramau ed avesse avuto passaporto brasiliano avrebbe già avuto un posto in prima squadra se non comprendiamo che x essere di nuovo il Toro non abbiamo bisogno dei mercenari magari più tecnicamente dotati ma che non hanno la garra ma dei nostri ragazzi quelli cresciuti al Fila che sanno quale maglia indossano gli Edera i Parigini sono indiani nella riserva così non andiamo da nessuna parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 2 mesi fa

      Condivido il tuo ragionamento sui giovani italiani, ma non sul singolo caso Aramu: Edera è rimasto in squadra, con due allenatori diversi, un motivo ci sarà. E quali sarebbero gli esterni più scarsi di Aramu? Intendi Boyè? Lui ora gioca in una squadra che cmq fa i gironi di Champions

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alexku65 - 2 mesi fa

        Edera è rimasto oer che ha rifiutato il piazzamento non per ferma volontà di trattenerlo

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy