Arlind Ajeti voto 4.5, sprecate tutte le occasioni con errori gravi

Arlind Ajeti voto 4.5, sprecate tutte le occasioni con errori gravi

Il Pagellone di TN / L’albanese ha buttato la vento le chance concessegli, da Empoli al Pescara

6 commenti

Continua il “Pagellone di TN“, il consueto appuntamento di fine stagione con i voti al campionato disputato dai giocatori granata. E’ arrivato il momento di Arlind Ajeti, e anche quello – dunque – della prima, pesante, insufficienza: il voto non può che essere iL 4.5, per un giocatore che ha avuto le sue chances ma le ha sistematicamente fallite, combinando più guai che altro.

Arrivato a luglio dal Frosinone, i primi allenamenti di Ajeti lasciavano trasparire il profilo di un giocatore fisico e polivalente, e che avrebbe potuto ritagliarsi i suoi spazi all’interno delle rotazioni di Mihajlovic. La fine del calciomercato estivo e i mancati rinforzi “pesanti” in difesa avevano aumentato le sue possibilità di inserimento nelle grazie del tecnico, e – dopo un primo periodo di panchina – Ajeti fa il suo esordio – tutto sommato positivo – nella gara di dicembre contro il modestissimo Pisa, in Coppa Italia.

IL FRIBURGO PIOMBA SU AJETI

La prima grande occasione arriva il 5 febbraio, sotto la pioggia di Empoli: Ajeti viene schierato da titolare, e sul suo retropassaggio fermato da una pozzanghera i toscano trovano il gol che poi varrà l’1-1 finale. Errore gravissimo ed ingenuo. La seconda partita è quella contro il Pescara: Miha lo lancia di nuovo titolare, lui segna un gol, ma firma anche una sfortunata autorete e si rende protagonista in negativo in entrambe le reti abruzzesi, rischiando altri strafalcioni. Contro la Fiorentina la terza chance, ed è la bocciatura (quasi) finale: dopo una prima frazione disastrosa, Miha decide di cambiarlo ad inizio ripresa, preferendo l’acciaccato Rossettini. Infine, Ajeti viene lanciato a 20′ dalla fine contro il Cagliari, ma il ritornello non cambia: è proprio l’albanese classe ’93, infatti, a dormire sul gol di Han.

Esperienza in granata, dunque, da dimenticare per Ajeti: la possibilità di ritagliarsi un posto in squadra c’era, le occasioni ci sono state (per altro contro squadre tutt’altro che imbattibile) ma sono state tutte sprecate.

Campionato C. Italia
Presenze 4 1
Reti segnate 1 0
Autoreti 1 0
Minuti giocati 250 90
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
VOTO: 4.5
6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Akatoro - 5 mesi fa

    Onestamente dopo averlo visto agli Europei ero ottimista su ajeti, e dato che era svincolato mi era sembrato un buon affare. Invece….
    Spero per lui che sia stato il suo anno nero e che valga di più. Forse forse si potrebbe provare a mandarlo in prestito, in fin dei conti è molto giovane e fare peggio sarebbe davvero difficile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Torogranata - 5 mesi fa

    Grande “acquisto”, riuscire a fare plusvalenza con certi giocatori è da grande società. 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 5 mesi fa

    A me spiace per la persona….non si possono sbagliare acquisti in maniera così marchiana! Errori di mercato = errori sul campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 5 mesi fa

    dimenticavo: non mi dimentichero’ mai quella palla data all’avversario in una pozzanghera, cos’era, empoli?

    ma come si fa a prendere gente cosi’?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 5 mesi fa

    4.5 e’ regalato, da dove partono i voti? dal 4?

    Non solo ha fatto veramente male, ha fatto male con squadre banali, anzi con le riserve delle squadre banali.

    via via, al piu’ presto, se facciamo una plusvalenza da questo …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. FebbreGranata - 5 mesi fa

    Lo vedo bene al Friburgo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy