Atalanta-Torino 0-0, granata messi sotto a Bergamo

Atalanta-Torino 0-0, granata messi sotto a Bergamo

Al break / Toro praticamente non pervenuto all’Atleti Azzurri in questo primo tempo, con la Dea più volte vicina al gol e in costante possesso palla

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Finisce 0-0 il primo tempo tra Atalanta e Torino, ma non è una frazione positiva per i granata. La formazione di casa, infatti, ha dominato nel gioco e nella tecnica i ragazzi di Mazzarri, andando più volte vicina al gol – con il Toro salvato solo da un reattivo Sirigu. Poco gioco, poche idee e soprattutto tanti errori per i granata – che per ora si stanno limitando a difendersi e tentare la ripartenza con scarso successo.

Mazzarri deve fare i conti con una lunghissima lista di assenti: senza gli squalificati Baselli e De Silvestri e gli infortunati Obi e Iago Falque, ecco Acquah e Rincon in mediana, con Bonifazi esterno di centrocampo nel 3-4-1-2. Davanti, esordio dal 1′ per Simone Edera, con Ljajic e Belotti. Il Toro comincia con un buon piglio, giocando con tranquillità e non forzando la giocata contro una formazione molto organizzata come quella di Gasperini. Al 4′ il primo squillo è di Belotti, che incorna col tempo giusto da corner sfiorando la traversa. L’approccio granata è però un fuoco di paglia. L’Atalanta ci mette poco ad ordinare le idee e a prendere in mano il pallino del gioco, e al 11′ Gomez scalda il mancino, andando vicinissimo al palo lontano protetto da Sirigu. La Dea gioca bene in impostazione grazie all’aiuto di Freuler e Cristante, bravi a buttarsi negli spazi e a far salire. Al quarto d’ora Freuler spaventa ancora una volta Sirigu, poi costretto all’uscita plastica sul cross teso di Gomez – andando ad anticipare sul più bello il giovane Barrow.

Il Toro non riesce ad uscire, De Roon recupera palloni su palloni non lasciando mai Ljajic libero di pensare alla giocata, e i granata soffrono e non poco. Sirigu è chiamato più volte a salvare il risultato, chiudendo il primo palo a Barrow intorno alla mezz’ora e rispondendo ancora con i pugni al Primavera poco più tardi. Il Toro non riesce ad impostare, Edera va giù ad ogni contatto con Mancini e Belotti fatica a stoppare i palloni sulla marcatura di Caldara. Finisce così, un primo tempo di esclusiva marca nerazzurra.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13797744 - 6 mesi fa

    Anche se perdono tutte , perderemo pure noi l!!!l

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

    Tante assenze ma anche messi male in campo.
    Bonifazi deve salire, Edera più trequartista, e il centrocampo non filtra tra difesa e attacco. Insomma, siamo messi malaccio e occorrono modifiche, per quanto possibile.
    De Roon va marcato a uomo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy