Atalanta-Torino 2-1, parla Moretti: “Rabbia e delusione. Ora pensiamo al futuro”

Atalanta-Torino 2-1, parla Moretti: “Rabbia e delusione. Ora pensiamo al futuro”

Le parole del difensore granata al termine della gara contro l’Atalanta

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Al termine della gara tra Atalanta e Torino, ai microfoni di Torino Channel ha parlato il difensore granata Emiliano Moretti: “Sapevamo che sarebbe stata difficile questa partita. Siamo stati bravissimi a reagire al primo gol andando subito al pareggio. Poi forse abbiamo preso il secondo gol nel momento in cui ci stavamo risistemando. E poi è mancata un po’ di gamba per arrivare al pari. C’è Delusione perché era l’obiettivo era quello di provare a vincere. Comunque ci sono ancora tanti punti: dobbiamo continuare a lottare come stiamo facendo. L’Atalanta? Sono forti, poi Gomez è un grande giocatore. Ci hanno messo sotto pressione ma devo dire che non hanno avuto tante occasioni per fare gol. Bonifazi ed Edera? Non spetta certo a me giudicare i miei compagni. Sicuramente sono due giocatori che hanno un grande potenziale e sono sicuro che il loro futuro è luminoso. Il prosieguo del campionato? Ora c’è da smaltire la delusione. Poi da martedì ci rimettiamo a preparare il match con la Lazio, che sarà altrettanto difficile. Ovviamente la affronteremo con lo spirito di cercare i tre punti. È fuor di dubbio che questa fosse una partita importante. Era uno scontro che, vincendolo, ci avrebbe dato tantissimo. La realtà è che non ci siamo riusciti. Quindi ora dobbiamo pensare alle prossime partite con l’obiettivo di fare più punti possibili e vedere alla fine dove siamo. Dobbiamo vivere le cose con grande equilibrio senza passare dall’esaltazione alla depressione. Io credo che la squadra ci sia: è cresciuta e sta mettendo in campo tutto quello che è nelle sue possibilità”. 

Il difensore granata si è poi fermato a parlare con i cronisti: “L’Atalanta oggi è stata più brava negli episodi. Loro in questo sono stati più concreti di noi. Per il resto si sa che quando si viene qui si incontra una squadra che dà del filo da torcere. C’è anche da fare i complimenti agli avversari quando giocano bene. Di contro, noi abbiamo provato a giocare per come l’avevamo preparata. Il risultato non ci premia e ci dà delusione. L’obiettivo adesso non cambia, è quello di giocarcela al cento per cento, di far vedere quello che siamo in grado di fare, tirare fuori quanto più punti possibili. Di situazioni ce ne sono tante in gioco. Senza dover pensare ad obiettivi precisi. Ci sono ancora tanti punti in ballo e dobbiamo pensare a questo. L’Atalanta con più grinta? Da fuori si possono avere le sensazioni che avete voi, da dentro ti assicuro che sicuramente non è stata la voglia il problema. Ci sono anche le qualità degli avversari. Barrow? È molto sveglio, ha giocatori di grande qualità. Mazzarri non ci ha ancora detto niente. Sirigu e Belotti? Semplici dinamiche tra giocatori che avevano voglia di avere un altro risultato. La mia stagione? Quando mi presento ai nastri di partenza l’obiettivo è quello di rendermi utile, il che può significare giocare dieci, venti o trenta partite. Il futuro? In questo momento non penso sia giusto parlare di quelli che sono i miei piani. Fino al 20 maggio dobbiamo pensare al Toro e a questa stagione. Bonifazi? Kevin è un giocatore vero, che si allena ogni giorno, e da tutto per il gruppo. Poi di certo non spetta a me giudicare le prestazioni dei miei compagni”.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gikappa67 - 5 mesi fa

    Il galletto quest’ anno ha perso l’amore che noi granata avevamo per lui, non per le prestazioni mediocri sul campo ma per l’ atteggiamento di spocchia e distacco rispetto al nostro Toro…..le prestazioni scadenti le avremmo perdonate senza dubbio…..il disprezzo per il Toro non glielo perdoneremo mai.
    Finirá come Cerci, che tra l’altro, tecnicamente, era cento volte superiore a lui…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. torinodasognare - 5 mesi fa

    Si! Assurdo che il capitano non parli MAI e sia spesso Moretti a farlo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 5 mesi fa

      è la società che decide chi parla e chi no, perlomeno in serie A…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 5 mesi fa

        Si ma generalmente la scelta su chi deve parlare di solito cade sul capitano altrimenti che cazzo ci sta a fare??a decidere palla o campo????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stto1962 - 5 mesi fa

    Mi auguro che moretti resti perché rappresenta la continuità è L esperienza anche dalla panchina. Vero capitano lui deve leggere a superba. Mesi fa scrissi che un capitano ha degli obblighi morali e deve essere sempre in prima linea oltre che a dimostrare L attaccamento ai colori se non altro per il ruolo che si ricopre, per lo stipendio che si prende e per rispetto ai tifosi. Se non gli interessa il toro abbia la correttezza di rinunciare alla fascia e poi vada dove vuole. Uno così non ci serve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torofabri - 5 mesi fa

    Mazzarri con 2 r , cavolo di correttore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gikappa67 - 5 mesi fa

    Allucinante il Galletto non parla mai…….fa schifo in campo e poi si nasconde come un coniglietto nonostante sia il capitano di questa nostra povera squadra……è semplicemente VERGOGNOSO!
    Spero che l’anno prossimo giochi nel Frosinone, con tutto il rispetto per il Frosinone……deve andare a cagare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. torofabri - 5 mesi fa

    Ma il capitano? Oltre ad essere stato per l’ennesima volta inesistente in campo, lo è stato anche ai microfoni. Troppo facile andare a farsi intervistare quando i risultati ti sorridono. Da capitano la faccia va sempre messa. Mazzari è la nostra garanzia per il futuro. Forza Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 5 mesi fa

    Moretti la faccia e l’impegno c’è li mette sempre: prenditi per favore anche la fascia da capitano, visto che sei l’unico che ha la lucidità di dire all’arbitro quando sbaglia! Altro che il Gallo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 5 mesi fa

      Ma infatti, oggi il Gallo ridicolo di nuovo e di nuovo non si presenta ai microfoni e con l’arbitro non fa neanche il capitano in campo, lasciando l’onere a Moretti.
      Credo che sia da togliere fino a fine campionato la fascia a Belotti e magari anche un po’ di panchina, ma Cairo non lo permette di sicuro sperando nei gol di fine stagione per futura plusvalenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. giogiota_27 - 5 mesi fa

    Moretti, dopo 10 minuti il Toro ha tirato i remi in barca e da lì gli orobici hanno iniziato a pressarvi nell’area e poi come già successo in passato con altre squadre vi hanno rifilato il primo gol.Il secondo è la fotocopia del primo, con una difesa a spasso. Da tempo ormai il vostro gioco è questo, senza grinta, con una miriade di passaggi sbagliati, lenti nelle ripartenze e sempre in ritardo sugli avversari. Le prossime partite, alcune delle quali impegnative non si discosteranno da questa persa con l’Atalanta e la zona UEFA poteva essere alla vostra portata da partite precedenti. Ma questa squadra ha dimostrato limiti di tenuta e gioco, ed i tifosi ormai lo hanno capito da tempo che anche per quest’anno le coppe europee saranno solo un miraggio.Conclusione del torneo a metà classifica senza squilli nè entusiasmo, ma a Cairo va bene così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      Tanto, prossimo anno squadra rivoluzionata, obiettivi biennale naturalmente di Mazzarri e non della società, alibi per il primo anno et voilà… Gira la ruota.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy