Atalanta – Torino, granata padroni del campo

Atalanta – Torino, granata padroni del campo

Post partita / Undici vittorie per i granata, la lotta europea è aperta

 

Arriva anche l’undicesima vittoria del Torino in questa stagione in Serie A, che si va ad aggiungere alle nove sconfitte e ai nove pareggi conseguiti dai granata in queste ventinove partite di campionato. Il Toro ha totalizzato quarantadue punti, mettendo in cascina la salvezza e mantenendosi a galla per una possibile lotta europea data la sola distanza di cinque punti dal Napoli

Ottima prova per la squadra di Ventura che riesce ad imporsi a Bergamo contro una rosa dalle indubbie qualità ma che è in lotta per non retrocedere. Il Torino gioca subito gagliardo, senza paura di perdere e cercando di mettere bene in chiaro che Glik e compagni non si accontenteranno della semplice salvezza neanche quest’anno. L’Atalanta è apparsa timorosa e ha cercato di difendersi ma la determinazione della squadra granata è stata tanta e attraverso Quagliarella e Glik sono arrivati tre punti che lanciano il Toro in orbita europea.  Il gol dei bergamaschi è arrivato ma in virtù delle due reti siglate dai piemontesi risulta ininfluente ai fini del risultato. Di europeo però non c’è solo la classifica ma anche la mentalità, il Torino ieri è riuscito a vincere non solamente grazie alle due reti ma attraverso una prova corale da grande squadra.

I granata, nel match contro i neroazzuri, sono riusciti a mantenere il possesso palla per 35’17” a differenza dei 16’52” degli avversari, confermandosi padrone del campo e del gioco. Ventura ci ha messo un po’ di anni per far assimilare il gioco ai giocatori ma il tentativo sembra bene, riuscito. Il Torino, adesso, è una formazione che ingrana nonché una delle splendide realtà del nostro campionato e finalmente riesce ad applicare correttamente il “tiki-taka”, mettendo così in pratica i dettami del proprio allenatore e i risultati, infatti, stanno arrivando. 

L’undici granata ha attaccato l’Atalanta in maniera quasi ininterrotta, non rintanandosi dopo i due gol anche se qualche ingenuità, che poteva costare caro, è stata commessa. E’ sotto questo aspetto che il tecnico ligure dovrà lavorare, nonostante il gioco di squadra, ci sono stati diversi svarioni anche elementari che bisognerà appuntare e evitare di commettere, dato che ieri è andata bene ma non sempre potranno essere fortunati Padelli e compagni…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy