Atalanta-Torino, i nerazzurri sono la miglior difesa casalinga della Serie A

Atalanta-Torino, i nerazzurri sono la miglior difesa casalinga della Serie A

Atalanta-Torino / Solo tre i gol subiti in casa dalla Dea, ma a Bergamo mancherà il cursore sinistro Dramè

paletta, difesa, atalanta-torino

Atalanta-Torino è una sfida tra due squadre reduci da differenti momenti, ma accomunate dalla voglia e determinazione di chi sa di avere i mezzi per stupire in questa Serie A. Il Toro arriva all’Atleti Azzuri D’Italia con uno score (bi)mensile tutt’altro che esaltante, e Ventura è determinato a fare suo un incontro aperto a qualsiasi risultato. Dall’altra parte, però, c’è la rocciosa Atalanta di Edi Reja, che se si trova a 18 punti in classifica, molto lo deve ad una difesa da record soprattutto tra le mura amiche.

FORTINO CASALINGO – I nerazzurri, infatti, con soli tre gol presi all’Atleti Azzurri d’Italia, sono la migliore difesa casalinga del campionato, in coabitazione con la Fiorentina. Gli orobici hanno subito gol solamente dal Verona (1-1), e nelle vittorie contro Sampdoria e Lazio, entrambe terminate 2-1 per i ragazzi di Reja. Risultati, questi, maturati grazie alla grande intesa difensiva, e all’immenso lavoro tattico attuato dal tecnico della Dea sugli schemi in fase di non possesso, che hanno di fatto permesso all’Atalanta di presentarsi all’appuntamento contro i granata con un ruolino da fare invidia a buona parte della Serie A.

difesa
Domenica Giampaolo Bellini sarà con tutta probabilità schierato nella difesa a 4 orobica

GLI INTERPRETI – Domenica, con tutta probabilità mancherà Boukary Dramè, vittima d’infortunio a San Siro contro il Milan, il mancino sarà probabilmente rimpiazzato dall’esperto Bellini: l’assenza del veloce laterale si farà sentire anche e soprattutto in fase offensiva. In dubbio per il Torino, inoltre, resta una delle sorprese di questo campionato, Rafael Toloi: il giovane centrale lamenta infatti un problema all’adduttore sinistro, e Stendardo sta già scaldando i motori per dire la sua dal 1’. Davanti a Sportiello, invece, non mancherà Gabriele Paletta, il vero padrone della retroguardia di Reja, capace di dettare i tempi ai compagni in copertura. A completare il reparto poi, pronto Andrea Masiello, che agirà nella consueta posizione di terzino destro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy