Atalanta-Torino, i doppi ex della sfida: Rolando Bianchi contro il suo passato

Atalanta-Torino, i doppi ex della sfida: Rolando Bianchi contro il suo passato

Verso Atalanta-Torino / Dal tecnico nerazzuro Edi Reja al Toro nel ’97/98,  all’abanese Basha, fino agli illustri nomi del passato come Mondonico e Lentini. Ma è Rolando Bianchi il nome della vigilia

 

Una partita, quella tra Atalanta e Torino, che assume contorni speciali se si valuta il peso specifico di alcuni tra gli ex in campo: oltre al tecnico Edi Reja e la centrocampista Basha, il nome che spicca è sicuramente quello di Rolando Bianchi, ex capitano del Toro e protagonista di cinque stagioni in granata

ROLANDO – Tornato in estate nel club che l’ha visto crescere calcisticmente, Rolando Bianchi occupa il 10° posto nella classifica dei migliori marcatori granata di tutti i tempi, con 77 gol col Torino. Le sue cinque stagioni in granata, dal 2008 al 2013, hanno vissuto di momenti alterni, con il capitano non sempre al top della forma, e a fare la differenza soprattutto nelle annate in Serie B. Il primo anno di Bianchi al Toro, infatti, assomiglia molto all’ultimo: sia perché si tratta delle uniche due annate in Serie A, sia per il numero di gol, 9 nel 2008/2009, 11 nel 2012/2013. Le tre stagioni di mezzo, tutte in Serie B, hanno visto la vera consacrazione di Rolando Bianchi con la maglia granata, con l’annata 2009/2010 su tutte, quando la punta andò in rete in 27 occasioni, Coppa Italia compresa, non riuscendo però a portare i suoi alla Serie A.

REJA E BASHA – Gli altri due nomi con passato e presente incrociati tra Atalanta e Torino sono Edi Reja e Migjen Basha. L’attuale tecnico orobico ha allenato il Toro nella seconda parte del campionato cadetto 97/98, subentrando alla coppia Sounesse-Camolese, e perdendo lo spareggio promozione con il Perugia ai rigori. Basha, invece, è stato prelevato nel 2011 dalla dirigenza granata proprio dall’Atalanta, dove il centrocampista albanese aveva disputato una sola stagione non convincendo del tutto Colantuono, che gli preferì nel ruolo di mediano titolare Carlos Carmona.

NEL PASSATO.. – Sono molti, poi, nel corsa della storia del calcio, quei calciatori ed allenatori ad aver vissuto le proprie esperienze sia nel Toro che nell’Atalanta. Volendone ricordare sono alcuni recenti, come dimenticare Simone Loria: due stagioni a Bergamo tra il 2005 e il 2007, condite con ben 11 marcature. Il difensore centrale ha poi giocato nel Torino 2009/2010, totalizzando 33 presenze e firmando 2 reti. Andando indietro negli anni, poi, ecco Gianluigi Lentini, che dopo le tre stagioni a Torino (89′-’92) e l’esperienza al Milan, approdò all’Atalanta di Mondonico nel ’96, prima di ritornare a Torino l’anno successivo. Ed è proprio Emiliano Mondonico l’ultimo doppio ex che vogliamo ricordare: le sue due squadre del cuore, non è un mistero, sono Torino ed Atalanta. Con i granata una Coppa UEFA sfiorata da allenatore e un empatia con il mondo Toro incredibile, forse unica nel suo genere; con gli orobici, invece, ben 8 stagioni divise in due tranche: la prima dall’87 al ’90, la seconda dal ’94 al ’98.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy