Atalanta-Torino: per due infortunati che rientrano, uno che si aggiunge

Atalanta-Torino: per due infortunati che rientrano, uno che si aggiunge

Il punto di giornata / Ventura raddoppia il lavoro in vista di Bergamo, ma per un Vives e un Farnerud finalmente in gruppo, c’è un Gaston Silva out circa 30 giorni, oltre ad uno Jansson che continua il lavoro personalizzato 

 

Oggi il Torino è sceso in campo in Sisport per prepararsi alla sfida di sabato 4 aprile in casa dell’Atalanta.

LAVORO DOPPIO – Per il gruppo, che finalmente ha potuto riabbracciare gli acciaccati post Europa League Vives e Farnerud, doppia sessione di allenamento: la prima, quella mattutina, incentrata sul lavoro fisico, quella pomeridiana di natura tecnico-tattica sul campo

SILVA E JANSSON – Due casi diversi, ma anche simili: entrambi molto giovani, sono rientrati ambedue acciaccati dai rispettivi impegni con le Nazionali. Lo svedese era già partito non al top della forma, ed inizialmente si ventilava un suo ritorno anticipato a Torino, ma lo staff svedese l’ha confermato ed è arrivato solo negli scorsi giorni in città, dove non ha potuto ancora allenarsi con il gruppo poiché impegnato nel smaltire il problema muscolare pregresso. L’uruguaiano, invece, era stato vittima di un affaticamento al polpaccio destro, e gli esami di oggi gli hanno diagnosticato una lesione al gemello mediale destro, con una prognosi di circa 30 giorni di stop.

Domani prevista una sessione di allenamento a porte chiuse sempre in Sisport: la sfida con l’Atalanta è sempre più vicina, Ventura dovrà lavorare al meglio insieme alla squadra per arrivare pronti all’appuntamento di sabato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy