Atalanta-Torino, Reja contro Ventura: duello tra grandi saggi del calcio italiano

Atalanta-Torino, Reja contro Ventura: duello tra grandi saggi del calcio italiano

I due tecnici / Sono gli allenatori più esperti del circuito, sognano i piani alti

Sarà una sfida di grande spessore quella di domani tra la panchina dell’Atalanta e quella del Torino. Su di esse, infatti, siederanno due dei tecnici più rispettati del nostro campionato, due dei grandi saggi della Serie A. Edy Reja e Giampiero Ventura, infatti, sono gli allenatori anagraficamente più in là con l’età della massima competizione del Belpaese, ma nonostante ciò continuano a sorprendere e a mettere in riga colleghi ben più giovani. Il Torino, infatti, era partito con i gradi di possibile sorpresa dell’anno, e, nonostante in questo momento la classifica sembri affermare il contrario, la possibilità di risalita per i granata è dietro l’angolo, vista la graduatoria corta e il costante recupero dagli infortuni della rosa. Chi invece sta sorprendendo veramente è l’Atalanta di Reja, che veleggia tre punti sopra i granata, al settimo posto.

Un lavoro eccezionale quello del tecnico triestino, che l’anno scorso raccolse da Colantuono una squadra vicina alla retrocessione, la risollevò e la rimise in carreggiata. Quest’anno la situazione dell’Atalanta era nuovamente in bilico, viste le pesanti partenze (tra le quali Zappacosta e Baselli proprio in direzione Torino), ma il tecnico triestino è riuscito a mantenere l’equilibrio della sua squadra, riuscendo a vincere partite difficili (Lazio) e mettendo in campo grandi prestazioni (Milan). Ancora una volta, Edy Reja si è dimostrato l’uomo della provvidenza, capace di risollevare una squadra e un ambiente come aveva fatto a Napoli, sicuramente la sua miglior esperienza da tecnico, quando guidò i partenopei dalla terza serie fino ai lidi del massimo campionato, prendendo il posto proprio di Ventura. Prima – e dopo – tanto girovagare, in Italia e non solo (anche l’Hajduk Spalato sul suo diario di viaggio), passando anche sotto la Mole, sponda granata, nel 1997/98, mancando ai rigori la promozione in A.

Sarà Reja, qui contro il Milan, vs Ventura
Reja in Milan-Atalanta 0-0, forse la miglior prestazione orobica dell’anno

Quello che Reja ha fatto a Napoli Ventura sta provando a riproporlo a Torino: risollevare un ambiente demoralizzato e dargli rinnovata compattezza, tornare a scalare la piramide del calcio italiano per riportare la piazza nelle posizioni consone alla sua storia. Un progetto a lungo termine sancito dal recente rinnovo di contratto, forse il meno scontato degli ultimi anni, ma finalizzato alla continuità di un progetto il cui rilancio sportivo, dopo settimane in calando, passa proprio per la strada di Bergamo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy