Athletic Bilbao – Torino, Al San Mamès per fare la partita

Athletic Bilbao – Torino, Al San Mamès per fare la partita

Athletic Bilbao – Torino / In Spagna servirà una prova di cuore e di carattere per entrare nel regno dei giganti, con l’obiettivo di segnare sin da subito

Giocare senza aver nulla da perdere, a mente sgombra, ma con la consapevolezza di poter compiere un’impresa memorabile. Il Toro ha voglia di continuare a sognare e Bilbao è l’esame perfetto per testare la maturità dei ragazzi di Ventura.

NESSUNA PRESSIONE – I granata sono consapevoli di avere un piede fuori dall’Europa League, complice il 2-2 che li condanna a un autentico ribaltone, ma nonostante questo nel quartiere granata non c’è alcun tipo di pressione. Il San Mamès, il blasone dell’Athletic Bilbao e i vari Aduriz e Susaeta possono spaventare, ma la paura talvolta genera quella giusta carica che ti permette di fare autentiche follie. Servirà un’impresa folle s’intende e il Toro dovrà scendere in campo subito deciso, concentrandosi più sul trovare la rete nelle prime battute iniziali, piuttosto che sul gioco. I biancorossi, come dimostrato già all’andata, non sono invincibili e se attaccati con veemenza, mostrano tutta la loro debolezza. La doppietta di Maxi Lopez e le ripetute infilate di El Kaddouri avevano mandato in tilt la squadra basca che per buona parte dell’incontro era letteralmente scomparsa, per poi trovare un pareggio davvero rocambolesco. Ad eccezione dell’ultima gara vinta contro il Rayo Vallecano, la squadra di Valverde ha quasi sempre subito un gol, addirittura cinque dal Barcellona appena due settimane fa e quindi bisognerà tentare di emulare il modello blaugrana per tornare a casa da vincitori.

TATTICA – Entrambe le squadre non snatureranno il loro credo e se i baschi punteranno sul collaudato 4-2-3-1, non faranno diversamente i granata che si affideranno al consueto 3-5-2. Resta da capire chi saranno gli interpreti e quale posizione troveranno nel rettangolo verde. I baschi dopo giovedì sera si dovranno subito concentrare sulla trasferta in casa dell’Eibar e dunque Valverde dovrà dosare bene le forze in vista di tale impegno. Nell’ultima gara di campionato contro il Rayo Vallecano sulle corsie laterali si sono rivisti i due terzini Balenziaga e Iraola che sono tornati a spingere, giocando per tutti i novanta minuti. Resta da capire se Valverde li farà partire entrambi dalla panchina con Iraola pronto a subentrare a Autenetxe, come capitato all’Olimpico o se invece scenderà in campo sin dall’inizio uno dei due. Attacco affidato presumibilmente ad Aduriz, ma non è escluso che il tecnico basco voglia riproporre quel Williams che tanto bene ha fatto con le sue accelerazioni letali, che in varie circostanze hanno messo in ginocchio la retroguardia granata. Capitolo Toro: la squalifica di Benassi obbliga Ventura a optare per un centrocampista di quantità, capace di dettare bene i tempi di gioco e questo potrebbe Vives, l’artefice del pareggio contro i Viola. Lo stesso Ventura probabilmente cercherà di sfruttare la voglia di riscatto dei vari Moretti e Quagliarella, parsi non convincenti nella gara d’andata, mentre il buon momento di forma di Maxi Lopez è un dato che non va assolutamente sottovalutato. Proprio all’argentino si richiedono altri gol, possibilmente nei primi minuti, per far subito capire al pubblico del San Mamès che l’orchestra granata sa suonare anche fuori dal suo teatro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy