Athletic Bilbao-Torino, il muro Glik annulla Aduriz

Athletic Bilbao-Torino, il muro Glik annulla Aduriz

Athletic Bilbao-Torino 2-3 / Il capitano sempre più leader di questa squadra

La magica notte di Bilbao è passata, il San Mamés è stato espugnato per la prima volta da una squadra italiana e il Torino compie l’impresa di ribaltare il risultato del ritorno. E’ stata una vittoria del gruppo, di Ventura e anche dei 2500 tifosi giunti fino in Spagna che hanno zittito il fortino basco. Detto delle grandi prove di Quagliarella, Maxi Lopez e Darmian, ieri sera c’è stato un altro protagonista che, non è andato in gol, ma ha fatto di tutto per non farli subire: si tratta di capitan Kamil Glik.

Il capitano granata ha giocato una gara senza incertezze e sbavature in difesa, salvo i primi minuti di affanno dovuti anche e soprattutto alla tensione della delicata sfida. Smaltiti gli affanni iniziali, sale in cattedra là dietro comandando alla perfezione il pacchetto difensivo di cui lui è il perno. E’ incaricato da Ventura di occuparsi in prima persona della marcatura del temibilissimo Aduriz, lui, da buon capitano quale è, non si spaventa e gli appiccica come un francobollo per tutto l’incontro annullandolo completamente. Lotta come un leone su ogni pallone, predica calma nei momenti difficili ed è il primo ad andare a esultare al gol di Darmian. Si dimostra leader di questa squadra anche quando dopo un pestone stringe i denti e rimane in campo fino alla fine a lottare e sudare con i propri compagni onorando a pieno la maglia granata. Il totemico difensore polacco dimostra una volta più che mai di essere adattissimo ai grandi appuntamenti e soprattutto di meritare la prestigiosa fascia di capitano.

Sicuramente il fatto che la finale si giochi nella sua Polonia (a Varsavia) sarà uno stimolo in più per il capitano, che ora più che mai crede nella forza e nelle potenzialità del suo gruppo. Non a caso fu proprio lui l’anno scorso, in tempi non sospetti, a credere nella qualificazione in Europa, e ora si trova a guidare i suoi compagni ai prestigiosi ottavi di finale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy