Attesa per le sentenze di Calciopoli

Attesa per le sentenze di Calciopoli

Roma – Lunedi 10 luglio 2006: il giorno dopo il Trionfo.
Roma si appresta a vivere un’altra notte magica, festeggiando ed osannando i Campioni del Mondo nel catino tricolore del Circo Massimo.
Martedi 11 luglio 2006 : il giorno del Giudizio.
Giorno da segnare in rosso sul calendario, da riporre nella memoria storica di tutti noi. E’ infatti prevista per domani o al più mercoledi la decisione della…

di Redazione Toro News

Roma – Lunedi 10 luglio 2006: il giorno dopo il Trionfo.
Roma si appresta a vivere un’altra notte magica, festeggiando ed osannando i Campioni del Mondo nel catino tricolore del Circo Massimo.
Martedi 11 luglio 2006 : il giorno del Giudizio.
Giorno da segnare in rosso sul calendario, da riporre nella memoria storica di tutti noi. E’ infatti prevista per domani o al più mercoledi la decisione della Commissione d’appello federale. Probabilmente, domani intorno alle ore 18.00, a Borse chiuse, Cesare Ruperto comunicherà a tutta la nazione, la Grande Decisione, quella che tutti noi aspettiamo non solo da 3 mesi ma addirittura da una vita, da quando sostenevamo che loro, l’altra metà di Torino, avevano un po’ troppi favori dalla loro parte. Sono anni che aspettiamo questo momento, ed è proprio per questo che un pizzico di soddisfazione si sente nei nostri discorsi, nelle nostre parole. La cronaca su Calciopoli in queste ore è ferma, si sta discutendo su questo processo anomalo: veloce, senza testi, senza dibattito, senza quasi testimoni. Anche se, a buona ragione, oggi le disquisizioni sullo scandalo Moggi sono passate in secondo piano è giusto e doveroso soffermarsi a pensare, a riflettere ed anche a sperare. Sperare che quella Coppa alzata ieri in cielo da Cannavaro non sia assolutamente sinonimo di amnistia, di perdono, di silenzio, di colpo di spugna. Sperare che quella Coppa ci serva per rialzare la testa, per far capire al mondo intero che l’Italia del calcio non è solo calciopoli. Sperare che quella Coppa sia un punto di ripartenza per ricominciare. E pertanto il sentore di sorprese è allarmante. Sarebbe assurdo cancellare tutte le richieste di Palazzi. Il presentimento è che la Juventus, dopo l’ammissione di colpa, chieda ed ottenga la serie B con penalizzazione. E Milan? Lazio? Fiorentina? Sperano addirittura nella serie A con corposa penalizzazione. Insomma si procede, al momento, solo con le ipotesi. Ma tra meno di 24 ore, forse, sapremo se avremo davvero il diritto di festeggiare quella Coppa che cosi bene abbiamo meritato ieri sera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy