Avversari? Tempi Foschi

Avversari? Tempi Foschi

di Paolo Morelli

L’ingaggio di Rino Foschi è stato inaspettato. Già quest’estate si parlava di un suo possibile arrivo al Toro, poco prima che firmasse per il Genoa. Per capire quanto abbia avuto successo la campagna acquisti dei rossoblu basti guardare la classifica: il Genoa è attualmente quarto in campionato.

Foschi è uno dei dirigenti più esperti…

di Paolo Morelli

L’ingaggio di Rino Foschi è stato inaspettato. Già quest’estate si parlava di un suo possibile arrivo al Toro, poco prima che firmasse per il Genoa. Per capire quanto abbia avuto successo la campagna acquisti dei rossoblu basti guardare la classifica: il Genoa è attualmente quarto in campionato.

Foschi è uno dei dirigenti più esperti in Italia, con 30 anni di carriera alle spalle (ha cominciato col Messina, nel 1979). Dopo alcuni trascorsi ad Avellino, Napoli e Trento giunge al Modena nel 1991. In Emilia riuscirà a portare Beppe Baresi, ex capitano dell’Inter. Nel ’94 passa al Ravenna prima di raggiungere il Verona, dove resterà fino al 2002, quando Zamparini lo chiama al Palermo. In cinque anni, i rosanero passano dalla serie B all’Europa. Con Foschi arrivano giocatori come Amauri, Grosso e Toni. Più altri futuri campioni del mondo come Barzagli, Zaccardo e Barone. In estate, il contratto non rinnovato con i siciliani lo porta in Liguria, ma solo fino al termine del calciomercato. Ora al Toro resterà vincolato fino a giugno del 2010.

Il nuovo ds granata è noto per la sua grande competenza, ma anche per il suo carattere piuttosto vulcanico, che a volte ha causato discussioni con Zamparini. Altro individuo dal carattere vulcanico. La sua fermezza nelle decisioni potrà essere utile anche per gestire il folto organico granata, fino adesso privo di una figura in grado di gestirne le tensioni e gli umori. Il nome di Foschi è scritto però nel lunghissimo elenco dei dirigenti "pizzicati" al telefono con Luciano Moggi, il quale gli disse: «Tu sei pupillo mio. Io le persone non le tradisco mai». Qualche conversazione di troppo che risale al marzo del 2007, con lo scandalo Calciopoli già pienamente esploso.

Con la presenza di Foschi, la preponderanza di Cairo potrebbe essere portata a ridursi. Così come verrà sicuramente ridefinito il ruolo di Pederzoli, poiché il "mercato internazionale" sembra una definizione ancora troppo generica. Senza dubbio l’ingresso di Foschi in società potrebbe mettere ordine sia nella struttura che nell’organico, magari con qualche mirato intervento sul mercato. C’è ancora tempo, e la mossa di Cairo sembra un chiaro segnale verso coloro i quali avrebbero insinuato un suo possibile addio. Foschi significa investimento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy