Bacigalupo, portiere della leggenda: 70 anni fa l’esordio nel Grande Torino

Bacigalupo, portiere della leggenda: 70 anni fa l’esordio nel Grande Torino

Figurine / Il mitico estremo difensore granata esordì nel derby contro la Juventus insieme a tanti altri campioni di quel Toro che con lui persero la vita a Superga

Commenta per primo!
torino-milan

Sono passati 70 anni dal 14 ottobre 1945. Esordiva quel giorno in granata, in un derby di campionato contro la Juventus previsto alla prima giornata e perso dal Toro per 2-1, uno dei più grandi portieri della storia del Torino: Valerio Bacigalupo. All’epoca 21enne di belle speranze che da quel giorno per 4 anni avrebbe fatto parte della squadra più forte del mondo all’epoca, quel Grande Torino capace vincere campionati a ripetizione e di regalare alla Nazionale italiana fino a 10 titolari su 11.

Era proprio lui, ‘Baciga’, l’unico giocatore del Toro non in campo l’11 maggio 1947 quando l’Italia, travestita da Toro e proprio nella capoluogo piemontese, batteva i maestri ungheresi per 3-2. Al suo posto giocò l’amico rivale Sentimenti IV, che dalla fine di quell’anno avrebbe lasciato la maglia da titolare azzurra proprio a Bacigalupo. Valerio con quel magnifico e inarrestabile Torino vinse 4 scudetti  disputando 137 partite e subendo solo 115 reti. Un campione straordinario ed indimenticabile che perì nella tragedia di Superga insieme a quella irripetibile squadra, nella quale diversi ragazzi avevano esordito proprio in quel derby del 14 ottobre ’45, insieme a ‘Baciga’: erano Rigamonti, Maroso, Castigliano e Aldo Ballarin. Insieme nella prima partita in granata, insieme nella tragedia che fermò le imprese del Mito.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy