Ballardini, il mister di ispirazione sacchiana

Ballardini, il mister di ispirazione sacchiana

La prossima avversaria del Toro, il Palermo, e’ guidata da un tecnico giovane e talentuoso, Davide Ballardini. L’allenatore nasce a Ravenna nel 1964 e inizia la carriera da mister nel 1996. Le prime esperienze sono nelle giovanili del Ravenna, del Milan e in seguito del Parma, dove vince il campionato Under 18. Con la sua prima squadra professionistica, la Sanbenedettese, sfiora la promozione in serie B, con l’eliminazione per un…

La prossima avversaria del Toro, il Palermo, e’ guidata da un tecnico giovane e talentuoso, Davide Ballardini. L’allenatore nasce a Ravenna nel 1964 e inizia la carriera da mister nel 1996. Le prime esperienze sono nelle giovanili del Ravenna, del Milan e in seguito del Parma, dove vince il campionato Under 18. Con la sua prima squadra professionistica, la Sanbenedettese, sfiora la promozione in serie B, con l’eliminazione per un soffio ai play-off.

Dopo due periodi negativi sulle panchine del Cagliari e del Pescara, e’ proprio la squadra sarda e richiamarlo, e nel gennaio del 2005 subentra all’esonerato Nedo Sonetti e conquista un’insperata e difficilissima salvezza. Dal 4 settembre allena il Palermo, dove ha preso il posto di Colantuomo. L’inizio con i rosanero e’ stato dei migliori, con due vittorie contro Roma e Juventus. Di ispirazione sacchiana, si basa sul pressing e la difesa a zona, con ogni giocatore spinto a collaborare sia in fase offensiva che difensiva. Con il tecnico granata si incontrera’ per la prima volta, mentre ha gia’ affrontato il Torino in un’occasione, nel 2007, quando allenava il Cagliari. La partita termino’ con una secca vittoria di quest’ultimo per 3-0 per la squadra sarda, ma questa volta i granata non possono permettersi una sconfitta.

(Fonte foto: Goal.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy