Baselli, a Verona un rilancio di quantità. E Mazzarri lo incorona

Baselli, a Verona un rilancio di quantità. E Mazzarri lo incorona

Focus on / Il centrocampista è tra i migliori in campo contro il Chievo. Mazzarri lo elogia: “Se avessero giocato tutti come lui…”

di Nicolò Muggianu

È un Daniele Baselli in grande spolvero quello visto sabato sera contro il Chievo. O meglio, un Baselli da ‘ritorno al passato’. Già, perché se spesso il centrocampista granata era stato tacciato come ‘talento incostante’, nella gara del Bentegodi l’ex Atalanta ha senza dubbio messo in evidenza la miglior versione di sé stesso. Un Baselli così lo si era visto soltanto in poche altre occasioni quest’anno: corsa, geometrie e tanti, tantissimi palloni recuperati – specialmente nel primo tempo – che hanno permesso spesso e volentieri al Torino di trasformare l’azione in offensiva.

LE PAROLE –Se fossero stati tutti brillanti come Baselli, oggi avremmo avuto tante palle gol in più”. Queste le parole pronunciate da Walter Mazzarri al termine del match (LEGGI QUI). Dichiarazioni importanti, che manifestano ancora una volta tutta la fiducia che il tecnico di San Vincenzo ripone nei confronti di Baselli. Fiducia ripagata nel migliore dei modi: il centrocampista è stato per distacco il miglior granata nel primo tempo. La condizione fisica è ottimale è a testimoniarlo solo la miriade di palloni calamitati: 100 in totale, con addirittura 85 passaggi effettuati. È lui il cervello al centro del campo.

I NUMERI – Numeri che confermano ulteriormente la tesi. Il numero 8 granata infatti è stato il migliore in campo anche nel dato dei palloni recuperati: ben 9. Un risultato incoraggiante che evidenzia l’importante lavoro tecnico-tattico che Mazzarri sta facendo con il ragazzo, per cercare di smussarne gli angoli e provare a fargli fare il definitivo salto di qualità. Lo stesso salto di qualità che Mihajlovic era stato in grado solo di abbozzare. L’unico rammarico resta il risultato finale: “Dispiace per i tre punti perché oggi era importante. – le parole di Baselli a fine gara (LEGGI QUI) – Dobbiamo fare tesoro degli errori per cercare di non commetterne più”. Ora l’auspicio di Mazzarri è quello di ammirare lo stesso Baselli anche nei match che verranno.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lau_g - 6 giorni fa

    Merito a Mazzarri, uno che alla guida del Napoli a sei giornate dalla fine era a tre punti dal primo posto: oggi, per dire, il Napoli di Sarri è distante il doppio di punti dallo scudetto. Teniamocelo stretto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. buzzigranata - 6 giorni fa

    Mazzarri sta facendo un grandissimo lavoro: Baselli è un esempio lampante, ma ce ne sono tanti altri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 6 giorni fa

    Era ora… Manca solo il Gallo all’appello ora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PeterPan - 6 giorni fa

    Il suo ruolo e’ centrocampista centrale in un centro campo a 2 ( o 4 che sia), da regista praticamente. Infatti le migliori prestazioni le ha offerte ne 4-2-3-1 e ora nel 3-4-1-2. Non rende da interno o mezzala, non ha il fisico e nello stretto non se la cava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FVCG-70 - 6 giorni fa

    Quest’anno ha avuto un pò di alti e bassi, ma è in crescita.
    Ci facesse anche qualche golletto, poi, come ci aveva abituato negli anni scorsi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rokko110768 - 6 giorni fa

    Nel futuro granata un Baselli così serve. Sia nel 3-4-2-1 che nel 3-5-2 giocando da interno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy