Baselli: “Accolto benissimo. Il Torino mi ha voluto davvero, Ventura maestro di calcio”

Baselli: “Accolto benissimo. Il Torino mi ha voluto davvero, Ventura maestro di calcio”

Verso Torino-Fiorentina / Il centrocampista granata: “Esemplare la linea di pensiero del club. Derby? Amo i tatuaggi e ho ancora spazio sulla mia pelle”

2 commenti

L’uomo del momento in casa Toro si chiama Daniele Baselli. Reduce da un ottimo inizio di stagione, l’ex atalantino ha recentemente rilasciato alcune importanti dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport.

Il classe ’92 ha voluto spiegare le motivazioni legate alla decisione di sposare il progetto granata: “Qui mi trovo bene, sono stato accolto benissimo da tutti, compagni e tifosi. Devo ammettere che i primi giorni ero un po’ agitato, non è mai facile approdare in una società storica come il Torino. Appena indossi questa maglia ti rendi conto del peso che ha. L’interesse del Milan e della Fiorentina? Ovviamente mi ha fatto piacere, ma il Toro mi ha voluto davvero e questo ha fatto la differenza. E’ esemplare la linea di pensiero della dirigenza: bisogna sempre puntare sui giovani, all’estero lo fanno perché hanno più coraggio, altrimenti non si può crescere e migliorare.”

Il centrocampista lombardo si è poi soffermato a parlare dei suoi ex compagni in Under 21 nonché attuali compagni di squadra nel Toro: “Belotti è un lavoratore infaticabile, dà sempre tutto in campo. Anche Zappacosta non è da meno: se lo chiami in causa, dà sempre il 100% lungo la fascia. Su Benassi posso dire che sono contento per la fascia da capitano nella nuova Under, se la merita.” Non possono mancare poi alcune considerazioni sul Giampiero Ventura: “Già prima di arrivare a Torino me ne parlavano bene. Tutto vero: è un maestro di calcio e mi ha aiutato a ritrovare serenità. Ora sono fiducioso, posso fare un grande campionato. Sto imparando nuovi movimenti nel ruolo di mezzala, quello in cui mi trovo meglio. Con lui posso giocare più a ridosso della porta, infatti sono arrivati i gol.”

Un bilancio anche sulle ambizioni della squadra: “Difficile dire dove possiamo arrivare. Sicuramente vogliamo essere una sorpresa e proprio per questo dico che per me il Toro è già una big. Non dico così per superstizione, ho fiducia nella squadra e personalmente trovo le mie energie ascoltando rap.” Infine, la domanda di rito sul derby: “Sono un amante dei tatuaggi. Se dovessimo vincere contro la Juventus, ho ancora spazio sulla mia pelle...”

Entusiasta e sicuro di sé, il Base è già entrato nei cuori dei tifosi granata. Domani sera è attesa un’altra prestazione maiuscola, una prestazione degna del suo grande talento.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maraton - 2 anni fa

    suggerimento per il prossimo tatuaggio: una zebra piegata sulle zampe anteriori e messa a 90° con un toro rampante posizionato sui quarti posteriori dell’immonda bestia per farle sentire tutto il proprio vigore taurino.
    con una roba del genere possiamo escludere che verrà mai cercato dalla gobbettuns 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sventura e Cairese official fan club - 2 anni fa

    Spero tu abbia spazio per più di un tatuaggio allora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy