Baselli, archiviate le polemiche: a Bologna per cambiare marcia

Baselli, archiviate le polemiche: a Bologna per cambiare marcia

Focus / Il centrocampista deve dimostrare che il gol contro il Frosinone non è stato un caso

di Marco De Rito, @marcoderito

Dopo il gol nella partita contro il Frosinone, Daniele Baselli è in cerca di conferme. Il centrocampista è candidato seriamente per una maglietta da titolare nella trasferta di Bologna. In lui Walter Mazzarri ripone molta fiducia, nel suo gioco è fondamentale un giocatore come l’ex Atalanta. Già dal ritiro di Bormio il tecnico toscano ha provato il mediano in tutte le posizioni del centrocampo, spostandolo anche in avanti con l’obiettivo che facesse collante tra la metà campo e l’attacco. In queste prime gare ciò non è riuscito bene a Baselli. Per un giocatore come lui le aspettative sono sempre alte, ma in queste prime gare gli attaccanti sono parsi troppo soli davanti e anche se, sicuramente, la colpa non è da imputare solamente a lui, anche Baselli deve affinare qualcosa e cambiare atteggiamento.

“Mazzarri lo ha chiamato, ma dormiva”. Torino: riecco Donsah, l’acquisto mancato

IL BOLOGNA – Contro il Bologna esiste la possibilità che Mazzarri possa schierare un centrocampo a quattro con due trequartisti a supporto di Belotti. Ciò andrebbe a modificare, e non poco, l’atteggiamento che andrebbe ad adottare Baselli. Se in una mediana a tre avrebbe più possibilità di sfondare in avanti con i suoi micidiali inserimenti, con un centrocampo a due il suo ruolo sarebbe diverso. Dovrebbe ripiegare spesso in fase d’interdizione e cercare d’impostare il gioco, lasciando spazio in avanti ad altri compagni. In ciò probabilmente ha peccato il classe 1992 in queste prime partite. Al Toro è mancata fantasia e, soprattutto, un giocatore che imposti la manovra. Rincon non ha queste caratteristiche nel dna, stesso discorso per Meitè. Baselli dovrebbe cercare di sfruttare di più la sua visione di gioco e la sua intelligenza tattica a servizio della squadra.

IL RISCATTO – Con il gol contro il Frosinone, sicuramente si è preso una rivincita su chi lo criticava, e l’esultanza polemica – poi placata da Simone Zaza – è stata la dimostrazione che, a ragione o meno, avesse qualche sassolino da togliersi dalle scarpe. Dopo la sosta per le nazionali, al Dall’Ara deve confermare che darà un’aiuto fondamentale ai granata per il raggiungimento dell’Europa. Sicuramente il pensiero andrà anche alla Nazionale. Mancini è stato chiaro: “Le porte sono aperte per tutti”. Baselli è già stato convocato dal’attuale ct, ma ora deve migliorare il suo rendimento. A partire dal match con il Bologna.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lello - 4 settimane fa

    Forza Daniele , prenditi il Toro, in campo hai la tecnica per dominare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13758358 - 4 settimane fa

    concordo con Madama granata, basta con queste critiche esageratamente feroci , derivanti da una caxxxata detta dal serbo che ha segnato il ragazzo x tutta la vitamimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 4 settimane fa

    Io trovo che Baselli si esprime al meglio se gioca in posizione più avanzata, a supporto delle punte. Così segna anche abbastanza facilmente.
    Perché si pretende da lui che debba interdire, coprire impostare e difendere?
    Ricordo comunque che, dati alla mano, è quello che corre più di tutti, quello che percorre più chilometri, quello insomma che più si dà da fare.
    Speriamo che raggiunga presto la forma migliore, ma non crocifiggiamolo, o, peggio ancora, non sbeffeggiamolo al primo errore.
    È ingiusto e controproducente: è il modo ideale per togliere ad un calciatore sicurezza in se stesso.
    Mi chiedo perché, x alcuni tifosi, gli errori x Baselli contino il doppio di quelli dei compagni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy